Vandalismo termico … le “insostenibili” architetture di un “maestro” …

Picture 8

Forse sarà per il caldo infernale di questi giorni …
ma tra le tante osservazioni dei nostri lettori ci piace segnalarne alcune che per la loro logica e allo stesso tempo per la loro sensata partecipazione ci fanno ben sperare …
Nel caso specifico si tratta di considerazioni sulle due opere romane di Meier …
Le avete già lette e quindi non mi soffermerò più di tanto …

Scrive Claudio Renato Fantone a proposito del Museo Ara Pacis:
“Ci imbarazza l’impiego di frangisole in costose lame di vetro sulle lunghe facciate a est e ovest (SIC !) . Come architetti, sappiamo che nei nostri climi gli aggetti orizzontali vanno impiegati sulle facciate a sud e che per le facciate est e ovest, quando il sole è più basso, sono eventualmente opportuni frangisole verticali. …
Da cittadino mi chiedo quanto costa a noi, collettività, climatizzare questa smisurata serra, quanto diossido di carbonio essa produrrà, quanto danneggerà il nostro ambiente questa “architettura insostenibile”? … “

E altrettanto ci hanno colpito le osservazioni di Maria Clara Lanzara che “reduce” da un battesimo pomeridiano nelle roventi Vele di Meier, ci ricorda:
“Temperatura esterna: tropicale
Temperatura interna: come in una serra NON climatizzata in mezzo al deserto!
Luce accecante che riverbera sul bianco.
Una lama di sole mi colpisce in piena faccia mentre tento di non svenire. …
Il sacerdote stremato, decide di far iniziare la funzione
ed esordisce così:
“Carissimi, ci troviamo in una bellissima chiesa progettata da un grande architetto … che però non ha tenuto conto delle temperature estive romane!” …
Insomma … l’edificio di Meier non è una chiesa, ma un bellissimo contenitore per qualcos’altro. …”

Parole “sante” aggiungiamo noi …
Suggerendo a chi di dovere di considerare le due ragionevoli possibilità …
da un lato, quella di “liberare” l’antico altare ricollocandolo finalmente in un luogo meno infelice e di quindi di riconvertire il sedicente museo in show-room, convetion-hall, drug-store o quant’altro, come da più parti viene indicato …
e, dall’altro, liberare la costosa chiesa giubilare dalla sue attuali “funzioni”, palesemente incongrue, e destinare quella architettura a grande balera metropolitana … almeno, di notte fa più fresco …
ma affrettatevi ché l’Estate Romana è già cominciata …
per la Notte “Bianca”, poi, sarebbe perfetta …

Questa voce è stata pubblicata in Architettura. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Vandalismo termico … le “insostenibili” architetture di un “maestro” …

  1. Sergio Brenna ha detto:

    Ma avete provato a frequentare in questi giorni la megérata dell’Ara Pacis ? E’ peggio di un altoforno! Il personale è in agitazione per l’invivibilità dell’ambiente di lavoro (oltre tutto infestato dai topi), i visitatori svengono e anche il Presidente della Camera Bertinotti che l’ha visitata domenica 2 luglio in mattinata pare sia sopravvissuto a stento. Il tutto in attesa che un’energivoro impianto di condizionamento, a tutt’oggi senza contratto di fornitura elettrica, venga messo in funzione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.