BUON SANGUE NON MENTE …

Schermata 2016-08-28 alle 23.24.48.png

PLINIO MARCONI? … CHI ERA COSTUI? …

 

Pubblicato in Architettura | Lascia un commento

Schermata 2016-08-28 alle 23.15.14

Immagine | Pubblicato il di | Lascia un commento

AW … VINTAGE …

Schermata 2016-08-28 alle 23.04.21.png

Ricostruire? … parliamone …

Pubblicato in Architettura | Lascia un commento

RANELLUCCI … UN LAVORO DI ANNI …

Comignolo Arquata.jpg

“Ill.mo Prof. Muratore

ho il piacere di rilevare una  costante coincidenza del mio punto di vista, in tema di gestione urbana e del territorio storico, con quella che lei esprime da anni,ancor piu’ in questi giorni in relazione ai drammatici eventi da cui siano coinvolti. 

Sono andato a curiosare nel mio Manuale del Recupero della Regione Marche ed ho trovato tra gli altri il rilievo di un comignolo da me fatto rilevare negli anni scorsi in Arquata del Tronto, uno dei borghi distrutti dal terremoto.  Una tavola tra centinaia e centinaia di tavole costituite da disegni tecnici graficizzati in Autocad, inclusi nel corposo volume e nel CD che lo accompagna.  In un lavoro concepito nella facile e triste previsione che il terremoto sarebbe inevitabilmente tornato, e che, nel mio  desiderio che il ripristino avvenga all’identique, sarebbe stato fondamentale disporre di un Manuale del Recupero della Regione Marche Ed. DEI. Non vorrei annoiare con tante parole chi so bene di esse non abbia alcun bisogno. Spiegando come la ricostruzione vada fatta lì il piu’ possibile come era (ma anche a costo che lo sia in base ad una manualistica scientifica qualora non possa essere la copia integrale dell’originale. Non credo che ora questo comignolo ci sia piu’ e solo attraverso il ricorso ai grafici del mio libro, testardamente tecnici e quotati, potra’ tornale anch’esso in una Arquata come prima.

Ho cercato di spiegare ai funzionari della Regione Marche e ai Sindaci l’importanza di ricorrere alla diffusione del Manuale presso i progettisti, presso le imprese, presso i privati. Ma  non richiedevo soldi nè incarichi e del Manuale non se ne è più parlato gran che.

Ho sviluppato le modalità secondo cui la storia del Restauro urbano confluisce inevitabilmente nella logica e nella pratica del Manuale del Recupero (in RESTAURO URBANO, TEORIA E PRASSI, ed. Utet).

Ho pubblicato questi Manuali del Recupero Regionali, in particolare su Marche e Abruzzo, nella convinzione che la ricostruzione di un borgo storico debba essere rigidamente guidata dalle caratteristiche formali, tipologiche e materiche proprie di quelle consolidatesi storicamente in quel territorio, senza che le si lasci alla libera creatività del progettista odierno.

Quello che ho fatto realizzare con centinaia di collaboratori non è stato il rilievo di interi edifici per rifarli dov’erano, ma l’analisi delle piu’ svariate tipologie costruttive, così che se si dovra’ rifare un comignolo lo si dovrà fare pescando dalle sole tipologie individuate e presenti nell’area territoriale considerata, così come avrebbe fatto spontaneamente il Mastro.

L’attuazione di questo protocollo permette anche una sana crescita dei borghi, superando la rigidità dell’approccio conservativo in contrapposizione ad uno creativo. Rendendo omogeneo l’approccio nella dicotomia tra centri storici e le varie estensioni di brutta edilizia moderna esterna alle cinte murarie.

Sono concetti purtroppo molto sofisticati da far capire agli amministratori pubblici. Oggi che gran parte di quei borghi non c’è piu’ queste mie documentazioni costituiscono un patrimonio di strumenti oggettivi e teorici predisposti per i progetti. Nella consapevolezza che un territorio sismico minacciato nella sua integrità storica ha bisogno di prevenzione anche su questo fronte. 

In MANUALE DEL RECUPERO DELLA REGIONE ABRUZZO, due volumi,Ed. DEI, E NEL TERZO VOLUME, ed. Gangemi, sono incluse centinaia e centinaia di tavole grafiche rilevate per essere esecutive. Nel terzo volume sono presenti le verifiche in piu’ di dieci piani per il recupero dei borghi del cratere aquilano. E fornite informazioni di dettaglio, come si opera nel montaggio delle catene, ad esempio, espresse nei progetti degli architetti che hanno operato per Kilgren a S. Stefano di Sessanio e a Martese.

Benevolo, Cervellati e Marconi scrivono a margine di quei volumi che quella è la strada. Ed hanno commentato il protocollo da me sviluppato con parole virgolettate davvero lusinghiere.

Ed allora ho pensato di mettere in evidenza l’omogeneità del loro pensiero, in 

RESTAURO URBANO ARMONICO. PER LA DECEMENTIFICAZIONE DEL TERRITORIO. LA LINEA DI BENEVOLO, CERVELLATI E MARCONI, ed. Gangemi.

 Mi dispiace se sono stato prolisso, prof. Muratore. Ma mi piaceva verificare la probabilità di una linea d’intesa con lei su queste tematiche.”

Sandro Ranellucci

Schermata 2016-08-28 alle 18.41.23.png

DECEMENTIFICAZIONE … RANELLUCCI …

LINEA … BENEVOLO … CERVELLATI … MARCONI …

RANELLUCCI … “L’IDENTIQUE” …

DA PAOLO MARCONI … A … JEFF KOONS …

Pubblicato in Architettura | Lascia un commento

IL GRANDE RAMMENDATORE …

Schermata 2016-08-28 alle 19.50.01.jpg

Terremoto … Renzo Piano …

cantieri leggeri … rammendi invisibili …

“questa è un’operazione sottile, quasi omeopatica.

Un rammendo, che si avvicina al mio impegno di senatore sulle periferie.

Sicurezza, terremoto, dissesto idrogeologico si portano dietro un’idea di fondo comune:

quello di ricucire senza distruggere …

la leggerezza come dimensione tecnica e umana” …

Pubblicato in Architettura | 1 commento

Schermata 2016-08-28 alle 19.00.32.png

Immagine | Pubblicato il di | Lascia un commento

RENZI DA RENZO … FAMME ‘NO SCHIZZO …

Schermata 2016-08-28 alle 18.35.51.jpg

Il terremoto in centro italia …

L’idea della ricostruzione parte da Genova: …

Renzi in città per incontrare Piano …

Schermata 2016-08-28 alle 18.39.59.jpgSchermata 2016-08-28 alle 18.38.57.jpgSchermata 2016-08-28 alle 18.42.15.jpg

Pubblicato in Architettura | Lascia un commento