“La crisi semantica delle arti” …

Walter Gropius intervistato da Emilio Garroni (1961)

Che cosa è il gusto?

Verità e arte

Questa voce è stata pubblicata in Architettura. Contrassegna il permalink.

4 risposte a “La crisi semantica delle arti” …

  1. maurizio gabrielli ha detto:

    Personalmente per l’opera d’arte prediligo la definizione data da G.C. Argan, che ci consente di sapere che i sacchi di Burri o i tagli di Fontana lo sono. Mentre non lo sono i lavori di F. Clemente.

  2. giancarlo galassi ha detto:

    Grazie professore.

    Molto emozionante. Non sapevo fossero in rete questo lavoro per la Rai.
    Dovrebbe esserci anche una sua intervista a Le Corbusier.

    Commovente ascoltare Garroni con una voce ancora non carburata da trent’anni di sigarette.

    Fondamentale la domanda al minuto 8 (circa) e la risposta di Gropius.
    Dopo cinquant’anni c’è veramente poco da aggiungere di sostanziale e concreto.

    Della serie una lezione in due minuti.

  3. maurizio gabrielli ha detto:

    Che c’entra la falsificazione dell’opera d’arte ?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.