Zaha … a Pienza …

Giancarlo Galassi: …

“Se vado con lo sguardo alle annate di riviste
sugli scaffali della mia libreria non riesco a ricordare al volo un articolo con un prologo come quello che presenta il Maxxi nel Casabella in edicola, con un’imbarazzante ‘excusatio non petita- accusatio manifesta’ sul suo costo spropositato. Viene riesumato addirittura Pio II sul Rossellino a Pienza: «hai fatto bene a mentirci sulla spesa futura dell’opera; se ci avessi detto il vero non ci avresti mai persuaso a metter fuori una sì gran somma», come non fossero passati 600 anni tra l’esercizio del potere temporale da parte di un vanaglorioso Papa Re e l’amministrazione del nostro patrimonio di contribuenti da parte del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

Che sia ora di cominciare a discutere dei costi di costruzione e di gestione delle opere delle archistar era stato auspicato anche da Purini alla conferenza inaugurale dello stesso Maxxi, ma la nostra cultura, forse per non mettere in imbarazzo interessi politici e produttivi, non ha colto allusioni neanche tanto velate. Purini portava ad esempio la cifra standard di 3 milioni di Euro messa a disposizione dalla CEI a una “non-archistar” per costruire una parrocchia comprese revisioni prezzi e opere d’arte (teneva a riferimento il suo lavoro di Lecce) e la confrontava ai 18 milioni spesi per Meier-Michetti e Tor Tre Teste.
Chissà se Casabella, amplificando a livello internazionale
una polemica locale da quattro soldi, non abbia involontariamente messo a disagio la Hadid rendendo pubblica e ‘in english edition’ la sua inaffidabilità nella gestione economica di un progetto.
Tentiamo un
grossolano riepilogo usando stavolta anche i dati tratti dalla relazione di progetto pubblicata dieci anni fa su Casabella670 cui ci rimanda il recente articolo.
Nel 1998 il Maxxi doveva costare tra i 50
(IlSole24Ore) e gli 80 (Casabella785) milioni di Euro (da convertire in lire) e aveva una superficie lorda di 26.000 mq (Casabella670). A
consuntivo 2009 è costato 150 milioni e la sua superficie, non essendo stati costruiti un paio di ‘padiglioni’, si è ridotta a 19.640 mq (Casabella785).
Costo al 300%. Superficie al 75%.
Non dubitiamo
dell’entertainment a tripla altezza del Maxxi, perché è proprio questo adolescenziale toboga che abbiamo pagato caro, però la superficie espositiva del Maxxi (Casabella785 p.7) è solo di 10.000 mq e se la si confronta con la superficie lorda di 15.000 mq del Museo de la Memoria de Andalucìa di Granada a firma Alberto Campo Baeza pubblicato nelle pagine successive si deduce che le aree espositive dei due musei sono pressoché uguali ma il museo di Granada è costato appena 35 milioni di Euro (il dato è su Internet) e questo è un valore, considerando Euro/mq, ben confrontabile con il preventivo iniziale del Maxxi. Nella
relazione (Casabella 670 e 785) la Hadid disconosce «lo spazio della galleria orientato all’oggetto» e rigetta la «bianca neutralità della maggior parte degli edifici del XX secolo», però mi sembra (ma mi sbaglierò sicuramente) che quando si è trattato nel 1998 di far tornare i conti del preventivo siano stati proprio quelli i riferimenti architettonici estimativo-tecnologici usati.”

G. G:

Questa voce è stata pubblicata in Architettura. Contrassegna il permalink.

3 risposte a Zaha … a Pienza …

  1. Nikos Salingaros ha detto:

    Gentile Giancarlo,

    Sono d’accordo con te sul museo Maxxi, e i suoi costi eccessivi. Ho scritto una recensione poco fa nel Libero:

    Un Maxxi punto interrogativo

    Se vuoi, però, che aiuto nei dibattiti sull’architettura Romana non si devi criticare tanto quando presento delle conferenze in aula.

    Cordiali saluti,
    Nikos

  2. filippo de dominicis ha detto:

    Beh il baratto dell’ “aiuto” con la non critica mi pare una richiesta che ha dell’imbarazzante…

  3. massimo vallotto ha detto:

    …forse , ha pasticciato un pò il vero significato di quanto voleva realmente dire a causa della sua non buona padronanza della
    nostra lingua…
    …forse, sarebbe meglio che i prossimi post li scrivesse in inglese…

    …a Nikosss, parla come magniii!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.