notturno africano

Questa voce è stata pubblicata in Architettura, Archiwatch Archivio. Contrassegna il permalink.

2 risposte a

  1. emanuele arteniesi ha detto:

    mannaggia all’urbanesimo professore, ma quel villino dal gusto squisito di agrumi e ceramiche immerso nelle fresche frasche dove abita non è meglio? Mah, sarà che la buona postura inflitta alle masse dal prete, col raccoglimento in preghiera, la persona di spirito se la assume da sè

  2. stefano nicita ha detto:

    se non si abita bene come si può giudicare l’architettura?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...