Furmanik …

Giacomo Balla
La citta che avanza, 1942

Questa voce è stata pubblicata in Architettura. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Furmanik …

  1. memmo54 ha detto:

    Non so quanto fosse soddisfatto di questo “scatto in avanti”.
    Quelle due “palanche”, messe a croce su un esiguo quanto precario traliccio, vorrano pur dire qualcosa.
    Con buona probabilità, le poteva scorgere direttamente dalle finestre di casa, in via Oslavia…
    La palazzina, meta di tanti recenti pellegrinaggi, non era ancora uno dei “feticci moderni” che gli entusiasti sostenitori sono costretti a disseppellire nel caos creato da epigoni ed architetti meno puntigliosi.
    Si distingue appena…
    I colori, bontà sua, ci sono.
    Il tevere, però, così ottimisticamente descritto, purtroppo non s’è mai visto nemmeno nelle migliori giornate di primavera.
    E’ sempre stato “biondo”…per non dire limaccioso…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.