“AUTOREVOLI PADRI”? …

Schermata 2014-03-20 a 11.13.30Manuela Marchesi su: MARINO HA LE IDEE CHIARE…

Eur, Borghini: “Basta soldi a Fuksas …” Entro un anno il nuovo Lunapark …   Via dei Fori, il piano per …

“Non e’ che poi, una volta levata la strada, si trovano sotto i mozziconi degli edifici spianati per fare via dell’Impero?…Mi sembra una scelta fatta e mirata al turismo nella sua accezione popolar-populista, penalizzando la viabilita’ di un’ampia zona urbana. Gli stessi soldi impiegati, invece, per migliorare i servizi alle strutture gia’ esistenti, farebbero di Roma una citta’ civile che civilmente si adegua alla massa di turisti di massa che la invadono ogni giorno. Fintanto che mancano cessi decenti, pulizia adeguata, personale se non competente almeno corretto, allora a che cavolo serve un ulteriore sventramento per il pascolo delle comitive e per la passeggiata domenicale dei romani? (come se quello fosse l’unico posto per passeggiare…) Il tutto ha il sapore della damnatio memoriae del ventennio, anche se e’ un progetto di autorevoli padri e anche se da allora sono passati più di trent’anni e molte situazioni sono cambiate, soprattutto lo spessore culturale degli attuali amministratori, primo il sindaco…

Questa voce è stata pubblicata in Architettura, Archiwatch Archivio. Contrassegna il permalink.

Una risposta a “AUTOREVOLI PADRI”? …

  1. In un periodo in cui la cultura non vede un centesimo e, soprattutto, quello che si scava amorevolmente si ricopre perché attualmente è l’unico modo per conservarlo, cosa pensano questi signori? Che una volta scavato tutto si ritrovano davanti Roma imperiale bell’e pronta?! Dove troveranno i soldi per scavare tutto e soprattutto restaurare e conservare? Certo, lo scavo lo fanno i volontari…oramai questo paese si regge sul volontariato!
    Mah…quanto fa male l’ignoranza e il populismo…a soffrirne come al solito saremo noi che amiamo il nostro patrimonio in modo viscerale, tanto da non guardare a chi ha costruito cosa, ma al suo valore assoluto. E forse non conservare la memoria di ciò che non ci è piaciuto è il miglior modo per dimenticare gli errori..e ripeterli.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...