FORT APACHE …

MAURO commented on CORSI E RICORSI … IUAV … DALLA RIVOLUZIONE … ALLE SFILATE …

“Archiwatch è una sorta di “fortino”…praticamente una sorta Enclave (uno stato nello stato, contro i luoghi comuni dell’architettura)…dove i partecipanti, compreso chi scrive, sono selezionatissimi “adepti” alla corte del Professore…
Crediamo di essere sempre nel giusto (cfr Ettore Maria, il suo amico Pietro, sempre in sua difesa). Come in tutte le “sette”, anche qui siamo riluttanti (a torto, ovviamente) alle new entry (per usare l’inglese). Sono ancora preso dalla discussione su ciò che è muro, e ciò che è colonna (Wittkower a parte, direbbe Stefano Nicita…ho usato nome e cognome, per non prendere sotto…); sto ancora riflettendo se la “Scuola Romana” non sia (purtroppo) quella di Fiorito-Er Batman; mi sto ancora spremendo la testa per capire perchè Rutelli abbia sciolto l’API (alleanza per l’Italia, ovvio…ma per alleanza si presuppone di essere in tanti…non pochi, suoi, parenti) quando non ci siamo mai accorti della sua esistenza….. e chi compare con 2 post (ben due!) su questo Blog (il più liberale di tutti i blog, per fortuna…)?: Fabrizia Morandi. Ammetto la mia ignoranza (sono giorni che seguo il caso Fiorito e mi si è atrofizzata la testa, non si può di certo seguire sempre e solo il Prof. Mazzola…è perfino ritornato “rompendo” il silenzio, ma il silenzio è d’oro…), non la conosevo, “clicco” sul nome e mi si apre un mondo. Dedalo casa editrice on line.TOMO 1, 2, 3…i disegni del Palladio…Bellissimi, una sorta di antidoto contro la “mediocrità” della cronaca quotidiana; disegni antichi, quanto attuali, capaci di non farci sentire il frastuono di tanti nani e ballerine della politica attuale….che danzano, ormai senza musica, tra uno studio televisivo e un ufficio di presidenza della regione.
Grazie Professore e grazie Fabrizia Morandi, oltre che al Palladio.
MAURO

Dedalo

Questa voce è stata pubblicata in Architettura. Contrassegna il permalink.

8 risposte a FORT APACHE …

  1. stefano salomoni ha detto:

    Più Fortino Playmobil, direi.

  2. Pietro Pagliardini ha detto:

    In effetti ho scoperto che avrei potuto essere un avvocato migliore di quanto sia architetto. Già me lo immagino: ci voleva poco. Ma è tardi per cambiare. E allora sfogo le mie frustrazioni legali con l’amico Ettore, prendendo le sue inutili difese, dato che rifiuterebbe anche l’avvocato d’ufficio.
    Comunque non si arrovelli, Mauro, per il buon Rutelli che, visto che con la sua API non si vola, troverà certamente un’altra compagnia capace di offrirgli un passaggio verso il Parlamento. Certo che la strada è affollata, c’è anche Fini che ha le sue preoccupazioni, essendo stato un po’ frettoloso, nell’ansia da prestazione, a seguire Casini che fa il montiano a dispetto di Monti. Sono informato bene perchè il flop è avvenuto ad Arezzo dove i due ci hanno onorato di portare i Mille per l’Italia. Sembrano pochi mille, ma metterli insieme, creda, non è una passeggiata. E poi meno male, pensi che flop se fossero stati tremila!
    Sì, ha ragione, è un teatrino noioso e mediocre, però non si illuda troppo che la società sia così migliore della classe politica che esprime. Lo lasci credere ai Travaglio e ai Di Pietro. Ogni tanto lo pensa anche Ettore, e lì non lo difendo perchè so che perderei la causa.
    Fortuna che c’è Pipiritto, come, con geniale trovata, il Vernacoliere chiama Renzi, a darci un po’ di suspence. Per completezza di cronaca, il suo competitor è Pallemosce. Lo cito senza offesa, ma solo per far capire, per contrasto, il significato di Pipiritto, a chi non lo sapesse.
    Per la bibliografia, ecco il link: http://www.vernacoliere.com/edicola/locandina.gif
    Meglio il Palladio, ma anche molto meno.
    Saluti
    Pietro

  3. ettore maria mazzola ha detto:

    Caro Mauro,
    Sono costretto a tornare a fare l’antipatico per rispondere (cosa di cui farei volentieri a meno) al tuo commento gratuito.
    Non credo proprio che ci sia una fazione a mia difesa, semmai nelle mie “battaglie” per l’architettura contro l’edilizia sono molto solo (su questo blog), e lo faccio consapevolmente, nella speranza che qualcuno le cui cellule cerebrali non siano state totalmente compromesse in fase di lobotomizzazione universitaria, possa riflettere e iniziare a pensare autonomamente e non come gli sia stato impartito.
    Se ci sono dei commenti che ogni tanto prendono le mie difese, probabilmente è perché chi li fa condivide il mio punto di vista … strano, vero? Spesso, Pietro a parte, queste cose arrivano da persone che non conosco affatto … ma come si permettono?
    Mi dispiace che questo possa dar fastidio … sarebbe utile capirne il perché!
    Tutto ciò per dirti che rigiro a te quel “il silenzio è d’oro”.
    A questo punto però, a proposito del Fort Apache Archiwatch, non posso però non farti notare che in passato sia stato proprio tu, dopo aver detto cose deprecabili, a chiedere pateticamente aiuto a Ctonia, e lui a te e ad altri, per colpire il sottoscritto che navigava in solitaria!
    Inutile ricordare il triste e assurdo caso dell’imbecille che meritava una denuncia penale per le accuse gratuite e infamanti che aveva fatto nei miei confronti, e per il quale “l’unione archiwatch” cercò di salvare il salvabile quando dovetti far valere i miei dirittiv… una storia davvero vergognosa!
    Che dire poi del gratuito e folle attacco di Galassi nei miei confronti qualche mese fa, inspiegabile e mai chiarito. In quell’occasione, però, anche persone che generalmente mi attaccano presero, giustamente, le mie difese. Non avevo invocato alcun aiuto ma, persone di buon senso e che non conosco, sentirono il dovere di farlo.
    Ora non so perché tu sia andato a far le pulci (ma posso immaginarlo) alla dr.ssa Morandi, persona squisita e di grande cultura, proprietaria della casa editrice Dedalo insieme con suo marito, l’arch. Narici, e figlia di famosissimo architetto/ingegnere di cui si è anche parlato su questo blog.
    Ma non ti senti patetico ad andare a vedere chi, e perché, prenda le parti di qualcuno che la pensi diversamente da te? Anche perchè, alla fine, certe ricerche ti portano a capire che le persone sono diverse da ciò che il pregiudizio iniziale ti faceva credere.
    Piuttosto che fare l’ispettore Clouseau, limitati a mettere da parte la diffidenza e l’ideologia, vedrai che la vita ti apparirà più piacevole e sincera.

    • MAURO ha detto:

      “Ora non so perché tu sia andato a far le pulci (ma posso immaginarlo) alla dr.ssa Morandi, persona squisita e di grande cultura, proprietaria della casa editrice Dedalo insieme con suo marito, l’arch. Narici, e figlia di famosissimo architetto/ingegnere di cui si è anche parlato su questo blog”.

      Egregio Ettore, rispondo solamente a questa parte, per cortesia nei confronti della Dott.ssa Morandi, al fine di evitare di essere frainteso: il mio intervento era un complimento, come chiaramente scritto, alla casa editrice Dedalo e a quanto la Dott.ssa ha pubblicato (segnatamente i riferimenti al Palladio). Lei Ettore, quando risponde (ma questo lo notano in molti su questo blog) è talmente “pieno di sè” (a mio parere senza un fondato motivo), da intervenire solamente per se stesso, per vedere pubblicato il suo testo, non di certo per “entrare nel merito”; questo a tal punto da portarla, talvolta, a travisare o non vedere quanto viene scritto.
      Me ne farò una ragione e sopporterò la sua “pessima” abitudine di offendere (altro “difetto” che spesso, su questo blog, Le viene fatto notare) e terrò duro; magari un giorno individuerò i fondati motivi, a supporto di tanta saccenza.

      MAURO

      • ettore maria mazzola ha detto:

        Mauro,
        lo sai che ne ho proprio le scatole piene della tua arroganza e della tua costanza nell’accusare gli altri delle proprie colpe.
        I tuoi commenti, quando cercano di avere un senso, sono pieni di saccenteria priva spesso di fondamento. E’ inutile che vado a rivangare i commenti passati che, tuo malgrado, sono nel web ad imperitura memoria.
        Hai un pregiudizio assurdo in qualsiasi cosa esca fuori dai miei commenti o da quelli di Pietro Pagliardini, e il fatto che “vai a fare le pulci” è dovuto al tipico atteggiamento di chi, come qualcuno fece vergognosamente tempo fa a danno di Pietro, il tentativo patetico di trovare qualche scheletro nell’armadio di chi si voglia attaccare per diffidenza … come si permette questo o questa qui di sostenere qualcosa di Mazzola o di Pagliardini?
        Chiudiamola qui che è meglio, sono già troppo schifato dalle cose passate per rimettermi a battibeccare con uno come te, che le spara grosse e poi chiede aiuto a qualche amichetto per avere un po’ di sostegno immeritato. Parla, con cognizione di causa, di architettura e di urbanistica, e non di stupidaggini, vedrai che nessuno avrà da rimproverarti nulla

  4. emmanuele pilia ha detto:

    Sempre con Mazzola e Pagliardini ve la prendete, uff… Non sono le persone che occorre attaccare in ambito culturale, ma le idee. Se leggo una cosa su cui non sono d’accordo di Pietro Pagliardini o di Ettore Maria Mazzola, rispondo su quello esponendo ed argomentando. Basta con questa abitudine italiota di attaccare la persona e non l’idea. La stessa cosa accade in politica, per l’appunto, tra PDL e PD, ed all’interno degli stessi (Renzi VS Bersani, ect). Si parla delle persone, mai delle idee.
    Così come si parla degli architetti, mai delle architettura…

Rispondi a emmanuele pilia Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.