“Io sono una forza del passato” …

Io sono una forza del Passato.
Solo nella tradizione è il mio amore.
Vengo dai ruderi, dalle chiese,
dalle pale d’altare, dai borghi
abbandonati sugli Appennini o le Prealpi,
dove sono vissuti i fratelli.
Giro per la Tuscolana come un pazzo,
per l’Appia come un cane senza padrone.
O guardo i crepuscoli, le mattine
su Roma, sulla Ciociaria, sul mondo,
come i primi atti della Dopostoria,
cui io assisto, per privilegio d’anagrafe,
dall’orlo estremo di qualche età
sepolta. Mostruoso è chi è nato
dalle viscere di una donna morta.
E io, feto adulto, mi aggiro
più moderno di ogni moderno
a cercare fratelli che non sono più.

P.P.P.

“Grazie caro Professore
per avercela indicata.
Più che dedicata.
Sinceramente commosso
io invece gliela dedico
con riconoscenza.
Credo anche a nome di tanti
se non di tutti.

Io sono una forza del passato

E vada come vada.”

Giancarlo Galassi

Questa voce è stata pubblicata in Architettura. Contrassegna il permalink.

4 risposte a “Io sono una forza del passato” …

  1. maurizio gabrielli ha detto:

    Meraviglia struggente.

  2. vivalux ha detto:

    “…riportateme a Guidonia ‘ndo stavo prima quando ero piccoletto…A ma’, mamma….”.

  3. ctonia ha detto:

    Che potenza… grazie vivalux!

  4. alessandro ha detto:

    questa è uguale a questa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.