Immobiliare … agenti sui carboni ardenti … per ritrovare il guerriero che è in te …

“I nove agenti immobiliari finiti ieri in ospedale con i piedi ustionati dopo aver passeggiato su un letto di carboni troppo ardenti – nel corso di un motivation day organizzato a Villa Icidia nell’hinterland di Roma – sono stati medicati all’ospedale di Frascati e al Sant’Eugenio di Roma. Le prognosi sono inferiori ai 10 giorni.

Non è una novità che i network immobiliari – in questo caso si trattava di Tecnocasa – organizzino corsi di team building per i propri agenti.

Tra i precedenti figurano i corsi «Ritrova il guerriero che è in te…» organizzati da Professionecasa franchising immobiliare l’anno scorso a Palestrina (Roma) – la prima volta di un’iniziativa all’aperto organizzata dal network – per dare stimoli agli agenti immobiliari con tanto di guerra simulata. Gabetti invece propone ai suoi agenti l’iniziativa «Self & team efficacy», percorso in due fasi con un intervallo di due mesi. Negli esercizi proposti è previsto anche l’utilizzo dei mattoncini Lego per realizzare dei complessi immobiliari. Anche la rete Grimaldi propone iniziative in e outdoor con l’obiettivo di creare motivazione e team building, per esempio con il blindfold in cui si guida il proprio compagno bendato attraverso un percorso a ostacoli mentre la rete Tecnocasa del Veneto organizza giornate jungle park dove i partecipanti camminano sui ponti tibetani o si lanciano con liane.

Agenti immobiliari ustionatiIl Sole 24 Ore

Questa voce è stata pubblicata in Architettura. Contrassegna il permalink.

3 risposte a Immobiliare … agenti sui carboni ardenti … per ritrovare il guerriero che è in te …

  1. aldofree ha detto:

    questi sono proprio tutti matti!!!
    san Frank Gehry pensaci tu :)

  2. Stefano ha detto:

    Cari colleghi, chiedete i danni visto che vi hanno obbligato a fare questa pagliacciata!!! Portate questi “motivatori” dai vostri clienti e chiedetergli di fare la vendita per voi visto che sono dei fenomeni!!! Voglio proprio vedere!!! Le aziende li strapagano e pensano di risolvere i problemi di mercato con i soldi che voi gli avete fatto guadagnare!! Saper ascoltare….domande aperte….domande chiuse….indagine delle esigenze…..vantaggi….benefici….concludere la vendita….post-vendita….consulente e non venditore….. e si potrebbe andare avanti all’infinito….. Auguri x le vostre ferite e mi raccomando…chiedete i danni!!!!

  3. Nicoletta Lanza ha detto:

    Quando ho letto la notizia mi sono chiesta subito perchè alcuni coach o formatori, forse un pò improvvisati, quando propongono certe attività “emozionali” alle aziende non si chiedono cosa ne pensano coloro che poi dovranno effettuarle. Il conflitto interno di un agente o dipendente che deve decidere cosa fare è forte: se rifiuta l’attività proposta dall’azienda rischia di sentirsi a disagio o preoccupato perchè non ha eseguito ciò che gli è stato richiesto. se invece contro se stesso con i suoi normali timori o paure deve fare i conti con se stesso. Ma è veramento preparato a fare questo?e dopo un’espereinza simile, come quella di fare la fine di Pinocchio avrà veramente imparato a vendere di più?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.