Materiali per l’apologo …

Da: “Danilo Nuccetelli”

“Caro Giorgio,

ho inviato il link con i materiali per l’apologo di Luca Cieri, ricevitore ( o schivatore ? ) di formaggere al blog ma vedo che la sua pubblicazione non lo rende raggiungibile. Forse così va meglio. E poi queste formaggere si scrivono con o senza la i? Un caro saluto.”

Danilo

” trattasi del costruttore romano Luca Cieri, già condannato per abusivismo edilizio in Sardegna per un mega complesso turistico a Golfo Aranci. Qui la sentenza della Cassazione che rigetta il ricorso di Cieri e lo condanna al pagamento delle spese processuali”
http://webcache.googleusercontent.com/search?q=cache:z80XKp_I2icJ:>> http://www.lexambiente.it/article-print>> -3105.html+luca+cieri&cd=3&hl=it&ct=clnk&gl=it >>

Questa voce è stata pubblicata in Architettura. Contrassegna il permalink.

7 risposte a Materiali per l’apologo …

  1. pasquale cerullo ha detto:

    E gli è andato anche in prescrizione, anzi no minzolianamente parlando è stato assolto! Che tempi che viviamo!

  2. sergio43 ha detto:

    Caro dott. Nuccetelli,
    avevo letto il 36° commento su “Formaggera…d’autore” (a proposito: si può scrivere formaggiera e formaggera) che era in effetti non comprensibile. No problem!; oramai il formaggio sapeva di stantio ed era meglio buttare il tutto nella “differenziata”. Ma Lei insiste per dimostrarci che cosa? Che un cittadino italiano, il Luca Cieri in questione, che ha ricevuto delle sanzioni amministrative, deve nascondersi e tacere per sempre mentre il nostro Max può a sua discrezione e gonfio della sua autoconsiderazione esternare coram populo la sua condanna “a prescindere”? Ma tutto ciò é peggio del vivere in uno Stato Etico! Ci sarebbe tanto da dire sulle diversità tra un pensiero liberale e un pensiero totalitario! Questo é un blog di architettura, e pur rientrando in questa categoria anche quello che é avvenuto al ristorante, lasciamo cadere elegantemente la cosa altrimenti il suo intervento che, pur apprezzabile, come é stato detto, come strenua difesa di un amico, diventa, come dicono a Venezia, “un tacon pejor del buso”! Poi, tra noi, dott. Nuccetelli, se un amico mi avesse convinto a vestirmi, mettermi in ordine, uscire di casa, mettere in moto, trovare il classico e introvabile parcheggio, promettendomi una piacevole serata da trascorrere in lieti conversari di fronte ad una pizza napoletana, per finire poi in una rissa rugantina, una volta usciti dal ristorante e prima di dirgli “arrivederci” gli avrei dato un mozzico sulla pelata!

  3. francesco viviani ha detto:

    Gentile sig. Danilo,
    mi meraviglio che lei voglia screditare una persona cercando nella sue pendenze giudiziarie. Che c’entra l’abusivismo edilizio con il fatto della formagg(i)era?

  4. Danilo Nuccetelli ha detto:

    Caro Viviani,
    questa faccenda è tutta da ridere almeno per me che incidentalmento l’ho vissuta in prima persona non fosse altro per il fatto che non si è vista volare nessuna formaggera. D’altra parte avete mai visto formaggere in pizzeria? E’ possibile che incosciamente mettendovi al corrente delle prodezze urbanistiche dell’homo bertolasianus io abbia voluto screditarlo ma è un fatto che le storie delle formaggere volanti sono fasulle perchè io ero proprio lì e non ne ho viste di volare, forse perchè sono mezzo guercio, mentre la sentenza del tribunale sta lì come elemento fattuale. Comunque nessuna preoccupazione:nella giurisdizione reale dei nostri tempi può essere esibita come una medaglia al valore civile.

  5. massimo vallotto ha detto:

    @sergio43
    “peso el tacòn del sbrego”
    da un (quasi) venesian ;-)

  6. francesco viviani ha detto:

    gentile Danilo,
    ha proprio ragione… una sentenza del tribunale oggi è davvero una medaglia al valore civile… almeno vuol dire che si è stati giudicati e si è avuto il coraggio di andare in un tribunale.
    C’è invece chi sbraita tanto in tv e sui giornali sui condoni edilizi, fiscali e tombali e fa il moralizzatore e poi ne attinge a piene mani… chi è senza peccato scagli la prima formaggera.

  7. sergio 43 ha detto:

    Gentile Viviani,
    non so se ha ragione…..un avviso di garanzia da parte di certi PM é davvero entrare nel novero delle vittime civili. Contro di questi PM é giusto battagliare con tutto il coraggio e con tutti i mezzi che la procedura mette a disposizione.
    La seconda parte della lettera é la solita fuffa imparata a memoria e stancamente ripetuta ogni volta. Una buona metà dell’Italia ci si é avviluppata e irretita non riuscendo più, se non con gogliardate che finiscono lì dove sono cominciate, a esprimere una visione alternativa. Ma forse i dirigenti di quest’altra metà della nazione, compresi i PM che ne hanno assecondato l’azione con le loro ridicole e inani indagini strategicamente indirizzate su alcuni partiti storici e non sull’altro, su andreottici baci inesistenti, su gladi e glandi, prima deve chiedere scusa al Paese tutto e soprattutto agli adepti per il tragico inganno storico della loro ideologia. Poi il Muro é crollato in un nugolo di polvere e questi dirigenti hanno ritenuto sufficiente darsi una spazzolata sulle giacche per dirsi immacolati mentre, secondo la lezione leninistica che purtroppo oramai fa parte del loro DNA, si sentono sempre in diritto di straparlare e coprire di contumelie gli avversari. In questo contesto vedo anche le frasi di Fuksas, la formaggera e il modellino del Duomo ma almeno Tartaglia dice essere fuori di testa!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.