Piazza Armerina … se le cose stanno così …

Picture 2

ci è stato segnalato che la gara d’appalto per la risistemazione degli straordinari reperti di Piazza Armerina sia stata aggiudicata con un ribasso del 38,8% …
data la delicatezza dell’operazione la cosa appare piuttosto inquietante …
ma il risultato si spiegherebbe facilmente …
alla luce del progetto …
per parte nostra …
non vogliamo però credere che i “disegni” di “progetto” fossero veramente quelli che abbiamo fin qui avuto la possibilità di conoscere …
“roba” del genere … come può garantire la “qualità” di una sistemazione tanto complessa … di un “progetto” degno di tal nome? …
ma, se le cose stanno realmente così …
che abbiano ragione i difensori del “restauro” dell’allestimento Minissi? …
e che l’operazione Sgarbi si sia conclusa con una bufala colossale? …
che ne pensa il Ministero “competente”? …

Picture 3

comunque, per saperne di più: http://www.unipa.it/monumentodocumento/progetto.html

Questa voce è stata pubblicata in Architettura. Contrassegna il permalink.

6 risposte a Piazza Armerina … se le cose stanno così …

  1. Bruno ha detto:

    Professore,
    è morto uno degli ultimi grandi architetti che hanno fatto della composizione architettonica e dell’insegnamento una missione di vita: Gian Carlo Leoncilli Massi. Un suo ricordo in questo sito sarebbe cosa gradita a molti, credo. Grazie.

  2. Cristiano Cossu ha detto:

    Lo sarebbe di sicuro, grazie Bruno!
    cristiano cossu – ada toni

  3. Antonio Pio Giovanditto ha detto:

    FERMATE il progetto per Piazza Armerina!!!
    Spaventoso!!!
    Se lo vedesse Scarpa (dal memorabile Palazzo Abatellis di Palermo),
    o i contemporanei Moneo e Zumthor (autori di progetti su aree archeologiche)
    Povera Italia!!!
    Dominata dalla cultura dell’ignoranza, ma non dalla cultura della cultura,
    ovvero dal sapere di non sapere.

  4. Carlos Francisco Carrer ha detto:

    Con questo intervento di Piazza Armerina l’italietta fa vedere tutto il suo splendore!!!
    Se, chi ha avuto il coraggio di chiamare tavole esecutive quelli scarabocchi, li presentasi al Prof. Minissi in uno dei suoi esami, credo che sentirebbe un sonoro: “S’accomodi!” Come diceva il prof. Minissi con molta eleganza, e per lo studente era finita!
    Ha ragione Antonio Pio Giovanditto siamo dominati dalla cultura dell’ignoranza, e Sgarbi ha topato di brutto! Bastave leggere le due righe della relazione di progetto del prof. Minissi per capire la sobrietà e il rigore concettuale dell’intervento.
    Non credo che sia giusto parlare di restauro dell’intervento, ma al momento attuale, si dovrebbe parlare di ripristino del progetto originale. Chi ha potuto vedere la documentazione originale e il progetto finito, si rende conto che quello che oggi si vede alla villa del casale sono gli avanzi di un intervento pensato nei minimi detagli. Gli avanzi lasciati dall’incuria, dalla mancata manutenzione ordinaria, e dalla ignoranza in compreendere che ogni particolare realizzato, aveva una ragione di essere e andava mantenuto. Con il tempo, sono state tolte le persiane che regolavano l’ingresso della luce solare, sono state ignorate le intercapedini, è stato tolto il velario (controsoffitto) che nascodeva le travi della copertura e uniformava la luminosità, sono state chiuse aperture e aperte “chiusure”, etc, etc.
    Per concludere direi che il prof. Minissi inoridirebbe se sentisse parlare di restauro dei suoi interventi. Non dubito che vorebbe un aggiornamento tecnico, ossia che il suo intervento fosse sempre più invisibile, materiali più trasparenti, strutture sempre più minimali, e certamente più prottetive dei mosaici, più confortevoli (nel caso conforto termico) e più didattiche per i visitatori.
    Se vogliono proprio togliere gli attuali “baracconi” (come detto da qualche funzionario del ministero) che li togliessero, ma andrebbero sostituiti con un’intervento di qualità e rigore superiore! E non con una copia di un intervento già criticato fortemente negli anni 40 dal prof. Brandi! Santa ignoranza, cosa che chi ha fatto il nuovo progetto non ha nemmeno letto!!!!!!!!

  5. Manuel Marchioro ha detto:

    “ora si possono vedere… sono una razza superiore…
    sono bellissimi e hitleriani…
    chi sono?
    chi sono?
    SONO I TECNOCRATI ITALIANI!”

    Giorgio Gaber

    Avanti così, professore! Abbiamo bisogno di lei…
    Manuel Marchioro

  6. virgilio Galati ha detto:

    …il grande pensatore dell’architettura d’allestimento continuo e concettual-razionale é troppo difficile per poter essere compreso dagli effimeri intellettualcratici che l’attuale sistema ci impone…!
    …come per il Museo Provinciale ” Sigismondo Castromediano” di Lecce che nei cosiddetti derestauri hanno travisato il senso interprativo del progetto d’allestimento minissiano, così per Piazza Armerina si vorrebbe cancellare del tutto l’intervento delicato e rispettoso di minissi!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.