Savorengo Ker … nuovo audace colpo dei soliti … Stalker …

savorengoker

Baracche e … Patacche …

Abusivi di lusso … dal Casilino 900 … alla Biennale …

Roma, 28 lug. (Apcom)
“Savorengo Ker è la ‘casa di tutti’, ma che non tutti riconoscono. Un prefabbricato in legno in cima ad una collina che domina sul campo nomadi più grande d’Europa, il Casilino 900. Venti persone hanno lavorato per 26 giorni ininterrottamente mettendo su un luogo dove Brenda e gli altri suo amici rom potranno giocare assieme ai volontari delle associazioni che si occupano di loro. …
E’ stata la presentazione della ‘casa della discordia’, perchè ad interrompere la festa dei rom è arrivato Emiliano Corsi, consigliere del Pdl del VII municipio di ritorno dalla riunione tra Alemanno e Mosca: “Oggi stiamo inaugurando qualcosa di abusivo …”
Dopo sei giorni dall’inizio dei lavori, “l’8 luglio abbiamo presentato al Comune la Dia (dichiarazione dell’inizio attività). Siamo nella legalità”, ha ripetuto più volte Francesco Careri, rappresentante della Stalker/ON e dell’Università di Roma Tre, promotori del progetto. Il progetto di fatto ha carattere espositivo: è un modello in scala 1 a 1: “E’ vero non abbiamo aspettato l’ok da parte del Comune, ma l’unico problema è la collocazione della casa”, ha aggiunto Careri, “la proprietà del terreno è in una fase di passaggio dall’Eni al Comune. Avremmo dovutochiedere l’autorizzazione alla prima società”. Nel foglio che stamattina è arrivato ai direttori del progetto per le mani del consigliere del Pdl, si legge che i lavori non potevano procedere, ma di fatto questa mattina la casa era già stata completata.”

Oggi, dal Corriere …
sappiamo anche che Savorengo Ker …
sarà ospitata alla prossima Biennale di Venezia …
vista la presenza degli Stalker …
c’era da aspettarselo …

per saperne di più cfr.: http://reterom.blogspot.com/

Questa voce è stata pubblicata in Architettura. Contrassegna il permalink.

18 risposte a Savorengo Ker … nuovo audace colpo dei soliti … Stalker …

  1. armando roma ha detto:

    – “Un prefabbricato in legno (Venti persone hanno lavorato per 26 giorni ininterrottamente !!!!!) ”
    alla faccia del prefabbricato (nel video non c’è traccia di un prefabbricato… ma di un edificio costruito in legno…
    – “Dopo sei giorni dall’inizio dei lavori, l’8 luglio abbiamo presentato al Comune la Dia (dichiarazione dell’inizio attività).”
    qualcuno forse glielo doveva dire che le autorizzazioni si presentano prima dell’inizio del cantiere, e che forse per costruire una casa invece che una dia serve un permesso di costruire. E poi il Durc? Come l’hanno ottenuto? :-)))??’
    – “E’ vero non abbiamo aspettato l’ok da parte del Comune, ma l’unico problema è la collocazione della casa”, ha aggiunto Careri, “la proprietà del terreno è in una fase di passaggio dall’Eni al Comune. Avremmo dovuto chiedere l’autorizzazione alla prima società”.”
    Eh si, forse avrebbero dovuto chiedere il permesso ai legittimi proprietari dell’area…
    – “Il progetto di fatto ha carattere espositivo: è un modello in scala 1 a 1…(ma che vuol dire?)” qualcuno gliel’ha detto ai 20 nomadi che si sono fatti un mazzo tanto che la casa non è una casa… ma un modellino in scala?
    – sappiamo anche che Savorengo Ker sarà ospitata alla prossima Biennale di Venezia …
    Che fanno la smontano e la ricostruiscono? ed i poveri nomadi…. dopo tutta quella fatica? Brenda e i suoi amici che faranno? già gli portano via il giocattolo per farsi un pò di pubblicità?

    e meno male che c’era la consulenza di Roma tre (sicuramente un geometra gli avrebbe dato delle indicazioni più pertinenti… almeno avrebbe evitato di costruire un’abuso….)… davvero esilarante!!!!!!

    PS: nel video sono tutti senza elmetto e guanti, alla faccia della sicurezza… no comment!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  2. filippo de dominicis ha detto:

    ci sarebbe molto da dire su questa iniziativa..e sui reali benefici apportati alla comunità rom…di molto inferiori rispetto a quelli che si prospettano ai loro agiati autori…

  3. marco tosi ha detto:

    La pantera e’ morta e sepolta, fallita politicamente e culturalmente. Possibile che ancora ci dobbiamo sorbire questi figli di papà che non sanno come dare un senso alle loro finte carriere lavorative?

    Non è bastato agli stalkerini di aver rapito qualche anno fa una comunità di inconsapevoli curdi, averli imprigionati nel mattatoio e averli tenuti per mesi a lavorare per loro (a tessere nodini, imbiancare pareti ecc.)
    Adesso tocca ai rom che finalmente “potranno giocare assieme ai volontari delle associazioni che si occupano di loro” (ma di che stanno parlando??).

    Alla biennale di Venezia??? L’italia sarà reppresentata anche da Stalker? (beh, visto le pezze al culo della nazione, in effetti.. un senso potrebbe avrecelo). Quarantenni ammuffitisi nelle beghe e nelle faide del sottopotere romano che a quanto pare nemmeno il nuovo corso capitolino riesce a scoraggiare.

    boh!

  4. pinello berti ha detto:

    Bravi STALKERS,
    Sempre in perfetto tempismo, neo-dada, radicali e sciccosi; siete pronti ad esporre anche i nomadi-rom-zingari alla Biennale ? Se si… l’amico compianto Gino DeDominicis, artista marchigiano-romano, vi ha preceduto esponendo anni fa, sempre alla Biennale, un ” mongoloide ” in carne ed ossa seduto su una poltrona. Fece notizia quella provocazione d’arte !!!
    cari saluti dal vs.
    vgberti

  5. Umpf! ha detto:

    Poi dice che uno si butta a destra-

  6. isabella guarini ha detto:

    È questione di proporzioni: Tokyo, capitale del Giappone, sup.377.872 km²,127.435.000 ab; Montecarlo, città-stato del Principato di Monaco. sup.1,97 km², 35.656 ab. penultimo stato al mondo. Non c’è che dire.

  7. pinello berti ha detto:

    Caro Giorgio Muratore,
    Deposto il satrapo CEAUCESCU e tiranna consorte ELENA, fui, nell’estate del 2000 e poi nel 2001, invitato a rilevare, per riprogettarla, la Casa della Cultura nel comune dell’Aeroporto Internazionale che porta il nome dell’inventore del motore e reazione (un ing.rumeno), OTOPENI. Come spesso accade durante i primi mesi, nei paesi liberati dal tiranno, ognuno si improvvisa riformatore. Per farla breve… il responsabile, dopo una settimana, sparì con la cassa comunale… Allora decisi, con amici di viaggiare su una LADA, verso la cattedrale nigra ( così-detta dopo un incendio durante, non ricordo quale evo ) sui monti coperti di abeti, come il ns. appennino, dei Carpazi in transilvania. Dopo la graziosa BRASOV, sbagliata strada del ritorno, finimmo in territorio sul confine della Moldova, fiume storico che separa la Romanìa dalla Moldavia. E’ ed era territorio ROM!!! La loro cultura, lì poco nomade, si sottopone ad una specie di RE che impone a tutti i suoi sotto-posti sudditi e a cui devono incondizionato ossequio, l’imposta di ricchissimi doni annuali durante una loro grande festa, raduno internazionale.
    Noi siami figli dei LUMI e della rivoluzione francese che c’entra QUELLA cultura ROM in Europa Occidentale?
    cari saluti,
    vgberti

  8. andrea di loreto ha detto:

    Ma da Scarpellini, Caltagirone, Toti e Pulcini, chi ci va a controllare i lavori?
    Forse è tutto in regola, con le loro case di merda?
    Come mai da quella gente non ce va mai nessuno a bloccare i lavori?
    Mai nessuno che va a guardare se vengono rispettate le norme?
    Appartamenti del cazzo, tantissimi soldi per comprarli, 3 morti al giorno per costruirli.

    Arifatevi l’occhi co “Savorengo Ker”…
    Che spettacolo!
    26 giorni, poche migliaia di euro, e neanche un graffio…
    Questa sì che è sicurezza!

    Grazie Stalker, grazie rom… a…
    …zona compresa….

  9. Pingback: La povertà è una performance « Atlantis

  10. gabrielemari ha detto:

    Tralascio ogni considerazione sulla baracca zingara (nel video è definita “baracca” da chi l’ha costruita, quindi…)
    Ma non sono riuscito a capire chi cavolo sono questi Stalker! Sui loro siti non si capisce nulla, ne ho ricavato l’idea che si tratti dell’ennesimo gruppo di sinistroidi intellettualoidi figli di papà che si divertono a giocare a fare gli zingari, accomunati dal fatto che entrambi (zingari e intellettualoidi) girano in Mercedes e Bmw troppo costose per il loro stile di vita gitano e/o pauperista.

    Sono troppo cattivo?

  11. gabrielemari ha detto:

    No un momento. Ma gli Stalker sono un gruppo di Architetti? Vi giuro che il pensiero non mi ha sfiorato… E sul sito ci sono pure andato!

    Ma siete sicuri che sono architetti?

  12. alfredo ha detto:

    leggo da un art. sul gruppo stalker (che non conoscevo) “…..uno scenario a cui non si può rispondere con la nostalgia del passato o con la rivendicazione della centralità del disegno. centrale è semmai la vita….. si forma una nuova generazione di arch. i cui riferimenti sono esterni, e non più interni alla disciplina.”
    beh, se il risultato è questa specie di scenografia per uno spaghetti western, senza scomodare il grande sergio leone, preferisco e di molto, ritrovare i riferimenti progettuali all’interno della disciplina. (l’architettura è l’architettura, obsoleta tautologia?)

  13. Cristiano Cossu ha detto:

    —si forma una nuova generazione di arch. i cui riferimenti sono esterni, e non più interni alla disciplina—

    Questa forse piacerà a Nikos Salingaros. A me no, preferisco l’antica tautologia…
    saluti
    cristiano

  14. per fortuna il tre agosto tutti in vacanza. a pensare alle vacanze. la REAZIONE critica può essere rimandata
    INVECE
    circa un mese fa mi sono spostato da Bologna per andare ad ammirare il bellissimo lavoro fatto dal campo Rom casilino 900 insieme a Stalker: non mi trovo daccordo con le risentite polemiche (chissà cosa c’è dietro?!) (daltronde si sa che noi architetti ci sentiamo spesso primedonne)
    Ho trovato importantissima l’operazione fatta perchè oppone alla costruzione culturale e sociale di un capro espiatorio la bellezza e ricchezza (di saperi e umanità).
    Dove si cerca di costruire mediaticamente il mostro si mostra la qualità possibile delle cose: sublime politica senza rissa!
    che cazzo centrano con questa installazione esemplare le pratiche edilizie e gli abusi (ma se come architetti coi vari condoni ne abbiamo fatte passare di cotte e di crude!)
    ci sembra un modo di sviare dal contenuto
    ci sembra il modo di denigrare con squallide scuse chi si dà da fare
    è un peccato!
    lunga vita a Stalker e ai maestri autocostruttori di casilino 900!
    a Venezia la collettiva geologiKa ci sarà a fiancheggiarne le attività divulgative e le buone azioni.
    pax et bonum
    and

  15. moderare ma non tagliare (tutto o niente!)
    cordiali saluti a tutti
    grazie and

  16. Palmiro ha detto:

    Esiste un progetto esecutivo approvato dalla Giunta Rutelli e perfezionato dalla giunta Veltroni. Esiste la Mozione n° 53/2007 approvata dal Consiglio Comunale di Roma che l’area occupata dal Casilino 900 e dagli sfasci rientra nel Parco Archeologico di Centocelle che non viene completato proprio a causa di questi insediamenti. La casa è stata costruzita senza le necessarie autorizzazioni e su un terreno con vincoli archeologici ed ambientali; è un abuso che dovra’ essere rimosso cosi’ come avviene per il singolo cittadino. Solo perche’ l’inziativa è targata RomaTre dovrebbe essere sanata? Questo progetto è come tanti altri del passato, è realizzato per avere fondi dalla UE o dallo stato italiano e che purtroppo non arrivano mai ai ROM o quantomeno utilizzati per eliminare il degrado! Adesso basta con queste iniziative assurde e demagogiche portate avanti solo per uno scopo ben preciso! Egr. arch. Andrea dovrebbe chiedere “cosa c’e dietro” ai fautori di questa iniziativa e non ai cittadini che hanno contestato l’iniziativa. Il Parco di Centocelle è l’unico polmone verde di Roma Est e noi cittadini vogliamo godercelo senza essere aggrediti dai rom o dai cani randagi provenienti dal campo rom.
    La casetta, come affermato da Alemanno, sara’ smantellata e il campo trasferito, trovatevi un nuovo sito espositivo forse la laguna di Venezia è il luogo adatto!

  17. andrea l'altro (di loreto) ha detto:

    Gli Stalker sono un gruppo di grandi architetti, la loro “Savorengo Ker” è finalmente qualcosa di giusto in una zona abbandonata da molti anni.
    Il “parco” di Centocelle è sempre stato un deposito di sfascia carrozze.
    In fondo, quelli dello studio Stalker andrebbero ringraziati per il loro impegno.

    Come la mettiamo invece con le case abusive costruite in (da) mezzaroma??
    E le casette abusive degli amichetti tycoon del concittadino Alemanchio??
    E le case abusive di centocelle, quelle di mattoni?
    E i praticelli abusivi, con il lastricato di finto marmo, ricavato espropriando il confine del povero vicino coglione??

    Eh… Prrrrrrrrr!!!!
    Sindachio… Prrrrrrrrr!!!!

  18. Gaetano ha detto:

    Sono pienamente daccordo con Palmiro!
    E con tutte le associazioni e comitati di quartiere che si battono da anni,
    con proteste e azioni legali, contro il degrado e per restituire ai cittadini
    il grande polmone verde del Parco di centocelle. Avanti così!

    Caro sig. “Andrea l’altro”, il punto non è se gli stalker siano bravi o meno, o se il progetto sia valido o no, ma il dove e come è stato realizzato tale progetto.
    E’ stato costruito in un campo abusivo e, detta di vari esponenti comunali, senza aspettare le autorizzazioni del comune.
    Perchè non è stato scelto un qualunque altro campo autorizzato e aspettate le carte necessarie ?

    Se lei poi, in nome dell’arte o di qualche altro pretesto, vuol giustificare o incitare all’abuso edilizio….beh, ognuno si prende la responsabilità di ciò che scrive, vero sig. moderatore ?

    Ps. La biennale è alle porte, qualcuno mi sa dire quando verrà smontato e rimontato là ?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.