GLI STRANI VIAGGI DI MISTER MARINO … NEL NIDO DEL RAPACE …

special missionIl pragmatismo americano risolverà la storia …

“Il sindaco Ignazio Marino nel corso della sua visita a New York presso gli uffici della Raptor del presidente della AS Roma James Pallotta, dove è stato perfezionato l’accordo per la realizzazione del nuovo stadio dei giallorossi, ha definito l’impianto disegnato da Dan Meis “un’opera che farà parte della storia dell’architettura”. Un investimento immobiliare che andrebbe a valorizzare l’area dell’ex ippodromo di Tor di Valle, quadrante sud ovest della Capitale, e che consegnerebbe alla AS Roma un impianto all’avanguardia capace di far crescere in maniera notevole il fatturato e – col tempo – i risultati della squadra. Un’operazione importante anche dal punto di vista urbanistico, dato che la costruzione dell’impianto sportivo, aggiunto al business park (tre grattacieli disegnati dall’archistar Daniel Libeskind …”

nuovo_stadio_roma-500x333

Raptor Global Holdings

“Raptor is an international risk mitigation firm, specializing in system integration and security solutions for a global clientele. We are the leading provider of risk-management security, training and special-ops services. Our technology-enabled strategies deliver rapid mobility, practical applications and innovative solutions to fit the needs of your world.”

Questa voce è stata pubblicata in Architettura, Archiwatch Archivio. Contrassegna il permalink.

3 risposte a GLI STRANI VIAGGI DI MISTER MARINO … NEL NIDO DEL RAPACE …

  1. Anna Civita ha detto:

    Scusate sarà la rabbia ma non vedo né facce , né risate intelligenti nella foto! E il cittadino paga per buttare giù un pezzo di storia e dell’architettura e per rifare non si sa bene cosa e nemmeno se si finirà! Vedasi la città dello sport.

  2. Artù ha detto:

    Civitacastellana ma cosa Va blaterando??? I soldi di questo intervento sono PRIVATI, quindi il cittadino non paga proprio un bel niente.
    Dovrebbe smetterla di lamentarsi per cose che non conosce e, anzi, Lei dovrebbe baciare la terra dove camminano questi ammericani buzzurri che sono così fessi da venire a investire i loro quattrini in questa città bollita.

  3. Pingback: HUNGRY FOR GLORY … | Archiwatch

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...