TOR BELLA MONACA … CHE FINE HA FATTO? …

studenteannoiato commented on PECCATO …

gentile professore,non sapendo dove pubblicarlo, ho pensato di inserirlo nell’ultimo post.

http://www.youtube.com/watch?v=kzEShVnIFqg&feature=player_embedded

Questa voce è stata pubblicata in Architettura. Contrassegna il permalink.

5 risposte a TOR BELLA MONACA … CHE FINE HA FATTO? …

  1. Pietro Pagliardini ha detto:

    Che fine ha fatto, si domanda? Non lo so, ma lo posso immaginare: rulli di tamburi, squilli di chiarine, passa la banda e…tutto finisce. Amministrare è avere idee, sceglierle e realizzarle.
    Avere idee è già un’impresa, sceglierle è una chimera, realizzarle è troppa fatica. E poi per che cosa, per correre il rischio che tocchi ad un altro sindaco il taglio del nastro?
    Meglio lavorare per l’immediato, per l’effimero. Un video, un convegno, cronaca locale, comunicati stampa, quattro blog che si accapigliano.
    Meno male che i Comuni hanno pochi soldi, altrimenti ce li brucerebbero tutti in carta, TV e spettacolo. Con l’IMU, purtroppo, riprenderanno fiato. E noi lo perderemo
    Saluti
    Pietro

  2. memmo54 ha detto:

    La contingenza non è favorevole, le casse vuote , l’indebitamento minaccia scenari da brivido ma un’iniziativa simile prefigura orizzonti sostenibili e pensati .
    Si può anche eccepire qualche inevitabile atrocità linguistica, qualche misteriosa monotonia ( è passato del tempo : molto s’è dimenticato, molte cattiva abitudini han fatto breccia..) tuttavia è una delle poche iniziative di indubbia consistenza (… si contano sulle dita delle mani…) assimilabili ad una città ed osservabili a queste latitudini; da almeno ottant’anni. Le immagini, al di la delle “cineserie” dell’ambientamento, comunicano, malgrado ciò, continuità culturale e speranza.
    La torre è una torre e non un monolite o la metastasi verticale di cellule tipo, le residenze sono case con tanto di finestre, gli accessi sono segnalati, c’è un dentro ed un fuori , s’intuiscono tecniche, materiali e colori assimilabili alla geografia del luogo; le strade , anche se rappresentate vuote, s’impongono come momento di relazione; con linguaggio consolidato e comune si indicano oggetti che chiunque può riconoscere. Bastano queste poche semplici cose per farlo aprrezzare.
    Certo non è dirompente e rivoluzionaria, non apre scenari e prospettive nuove, non reinventa il mondo.
    Gli aficionados dell’emozione estetica, i critici sacerdoti del ricerca e dell’innovazione rimarranno perciò delusi ed anche sconcertati dall’assenza di qualche presupposto : non c’è dramma, non c’è tensione non s’intravede la titanica lotta che strazia l’io nello slancio creativo. Tranquilli: i drammi, grandi e piccoli, già abbondano nella vita: fornirne degli altri è un’ inutile perversione.
    Il mondo c’è già; pazientemente e faticosamente “costruito” informa la vita e non è affatto l’esecuzione deficiente di un dio bambino, o estinto da secoli ma il posto in cui ognuno può riconoscere e ritrovare parte di se ; luogo meraviglioso ed immutabile che infonde forza e certezze anche a coloro che immaginano di essere eroi del mutamento e della novità.

    Saluto

  3. Dolce Euchessina ha detto:

    Speriamo che tutta quella carta abbia fatto la fine che meritava!
    In tempi di crisi sarebbe bene non sprecare nemmeno ……uno strappo

    • memmo54 ha detto:

      Raffinatissima escursione nel ventre dell’architetto: altrochè cuore, altochè ragione, questa è la vera sede sede delle emozioni, come aveva preconizzato Greenaway.
      Una volta i generali sostenevano che il soldato ragiona col ventre, oggi scopriamo che gli architetti ragionano col colon !

  4. studenteannoiato ha detto:

    dimenticavo di aggiungere il commento del mio amico milanese che mi ha inviato il video: “age of Burins”. saluti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.