Il partito del cemento … Immobiliare Italia …

Il partito del cemento colpisce ancora …

Dall’Espresso di oggi … un articolo di Roberto di Caro …
“Catania è tutta un buco” … dove, tra l’altro si legge:

“Piazza Carlo Alberto a Catania
Uno squarcio lungo 508 metri e largo 176, nel cuore della città. Terriccio sbancato cinquant’anni fa, palizzate cadenti, arbusti rinsecchiti, e in mezzo al buco le ultime tre baracche di rom rimaste dopo lo sgombero. Ora pare davvero che ci metteranno mano, alla ricostruzione di Corso Martiri della libertà. Ma ‘il cratere’, come lo chiamano, è così da quando, 35 anni fa, il ricorso di un ingegnere bloccò a metà l’orrenda cementificazione con cui Istica, allora società di emanazione vaticana, aveva spianato e rifatto l’intero corso Sicilia …

… Catania, sulla carta. Nei grandi progetti, legati … a doppio filo alla politica, da questa dipendenti e insieme pesantemente in grado di orientarla e manovrarla. Il clou è il cratere di corso Martiri … Dove stanno per edificare 400 mila metri cubi, 5 a metro quadro: non pochi, ma meglio dei 18 dei palazzacci di corso Sicilia …

… le logiche di rinascita di una città …
Aldo Palmeri, sessant’anni e una storia da amministratore delegato Benetton, privatizzatore della Centrale del latte di Roma con Rutelli sindaco, liquidatore della Gepi che trasformò in Itainvest, consulente con una sua ‘boutique finanziaria’, è da febbraio amministratore delegato di Istica e Cecos, del costruttore romano Alessandro Parnasi che rilevò l’area quando la società vaticana fallì …

“Il nostro”, rivendica, “è un intervento di alto profilo, mica una volgare lottizzazione! Rilancerà l’intero quartiere circostante di San Berillo, darà lavoro a sei-ottomila addetti fino al 2014, doterà la città di strutture come il nuovo mercato coperto, la Questura (ma il ministero degli Interni ne pagherà l’affitto, ndr.), 37 mila metri quadri di verde pubblico e altrettanti di parcheggio pubblico sotterraneo a due piani. E farà da volano per il recupero del waterfront. L’intera Catania cambierà volto!”.

Il planivolumetrico è pronto, e l’architetto Massimiliano Fuksas è all’opera per stendere sia il masterplan dell’area …

Costruttori gli altri due gruppi che gestiscono il business: Eurocostruzioni di Giuseppe Garraffo, imprenditore catanese; e Risanamento San Berillo, società del consorzio Uniter che ha mille dipendenti in tutta Italia, e per figure chiave Mimmo Costanzo, ex assessore di centrosinistra con Bianco, e Santo Campione, ex uomo di fiducia di Mario Rendo, negli anni Ottanta uno dei Quattro Cavalieri di Catania. Se si aggiungono l’altro grande costruttore catanese Ennio Virlinzi e Mario Ciancio Sanfilippo, editore de ‘La Sicilia’ e di due tv, si ha la mappa del nuovo potere economico catanese …”

P.S.

commovente

com’è, anche, “romana” ‘sta storiella …

ce se ritrova l’Immobiliare … quella de li preti vaticani …

ce se ritrova Palmeri … quello de Risorse pe’ Roma … de Rutelli e de Veltroni …

ce se ritrova Parnasi … quello dell’Euromostro2 … de Purini …

ce se ritrova puro Massimiliano … imperatore dell’architetti capitolini …

ma allora è proprio vero …

che tutte le strade … c’ariportano a Roma …

Questa voce è stata pubblicata in Architettura. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Il partito del cemento … Immobiliare Italia …

  1. Mi ero occupato del caso ‘San Berillo’ sul mio blog:
    http://wilfingarchitettura.blogspot.com/2008/06/0007-b-uso-san-berillo-la-citylife-di.html
    e
    http://wilfingarchitettura.blogspot.com/2008/06/0008-b-uso-san-berillo-e-larchitettura.html

    Massimiliano Fuksas! Ma non doveva fare un barbecue a Messina? Vedi: http://www.la7.it/intrattenimento/dettaglio.asp?prop=crozza&video=12307

    Dopo il vulcano buono di Renzo Piano e il vulcano festante di Berlusconi ecco il vulcanico ‘Fuksas’ con la sua colata di cemento/ferro/vetro.

    Salvatore D’Agostino

  2. franz ha detto:

    la regione siciliana non da i permessi per l’eolico
    a causa delle linee sature ma se supponiamo l’eolico
    che si dovrebbe fare a gela produrrebbe idrogeno
    per il polo industriale di Siracusa sarebbe un affare per
    tutti nessuno escluso .

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.