Isola … e alberi pizzuti …

Questa voce è stata pubblicata in Architettura. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Isola … e alberi pizzuti …

  1. isabella guarini ha detto:

    Penso che l’analogia tra la Villa Malaparte a Capri e l’Isola dei Morti di Boecklin, del 1880, sia evidente nella composizione di assolate figure geometriche inserite nei rudi anfratti degli scogli capresi – Specialmente nella parte laterale destra in cui si vede declinare un piano come la scalinata della Villa Malaparte. Una sintesi simbolista, tra natura e artificio, che si può ritrovare solo nella perfezione dell’Isola dei Morti o su uno scoglio esclusivo di Capri. Non è possibile che una tal perfezione sia riproducibile nella quotidianità. Si tratta di una sintesi eroica per coloro che si distaccano, in un modo o nell’altro, dal degrado del quotidiano. Boeckil aveva dipinto nel 1897 La Peste, simbologia del degrado morale. Curzio Malaparte avrebbe voluto intitolare La Peste il suo romanzo La Pelle. ST/LL!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.