“TIMEO DANAOS” …

Schermata 2013-04-24 a 23.44.35sergio 43 commented on: Batracomiomachia lagunare …

“Posso dire sommessamente una parola? A me pare più appropriato il lampione. Apprezzo l’opera di Charles Ray e anche la lodevole trasformazione degli antichi magazzini per opera di Pinault. Anche la Guggenheim trasformò un palazzo non completato nella sede della sua collezione e offrì a Venezia il suo Marino Marini collocandolo più discretamente nel giardino. Quello che mi lascia perplesso è che sia stato l’artista a decidere dove mettere la sua opera. Per Venezia ci vuole discrezione e rispetto altrimenti sembra un’operazione pubblicitaria per l’artista e per la Fondazione. Allo stesso modo Cardin voleva imporre alla città il suo “carciofo”. In queste simili situazioni gli antichi dicevano “Timeo Danaos dona ferentes”.

Schermata 2013-04-24 a 23.54.28

 

 

 

Questa voce è stata pubblicata in Architettura. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.