Napolitano sul Vittoriano … resti a terra … Presidente …

Su uno dei tanti comunicati predisposti da sito amico per il prossimo “evento” che, tempo fa, altri comunicati imputavano ad altri presidenti, altri ministri, altri sovrintendenti … poi scaduti …
si legge oggi:
“Vittoriano, un ascensore per Roma a 360 gradi …
Se in questi giorni vi siete trovati nei pressi del Vittoriano, magari provenendo da Via del Corso, avrete sicuramente notato qualcosa di nuovo sulla terrazza del monumentale edificio di piazza Venezia: è il capolinea del nuovo ascensore, o meglio dei due nuovi ascensori, dalla capienza di 13 persone ciascuno, con i quali si potrà raggiungere la Terrazza delle Quadrighe …
Grazie alla nuova opera con una semplice corsa di 35 secondi si potrà ammirare uno dei panorami artistici più belli del mondo, anche se ancora non sono stati definiti né costi del biglietto né quando l’ascensore entrerà in funzione a pieno regime …
Al momento si sa semplicemente che l’inaugurazione è prevista per il 31 maggio e vedrà la partecipazione del Ministro dei Beni Culturali Francesco Rutelli (che ha fortemente voluto la realizzazione dell’opera) e del Presidente Napolitano …
Rispetto alla struttura del Vittoriano l’ascensore è un corpo del tutto estraneo …
Nella progettazione si è infatti tenuto conto di eventuali malfunzionamenti del mezzo e di eventuali proteste che potrebbero renderne necessaria la rimozione …
In pratica se non piace, o non funziona, l’ascensore potrà essere rimosso senza alcun danno per l’edificio di Piazza Venezia …”

Parole in libertà …
che offendono l’intelligenza e la sensibilità di chiunque …

A questo punto c’è un’unica speranza …
che Napolitano declini elegantemente l’invito all’ascensione …
sarebbe un gesto apprezzato da molti …
un segnale contro gli sprechi …
contro la stupidità e la volgarità …
nel rispetto della cultura e della storia …
un gesto di grande civiltà …

signor Presidente,
confidiamo nella sua sensibilità …
e la ringraziamo fin da ora …

Questa voce è stata pubblicata in Architettura. Contrassegna il permalink.

15 risposte a Napolitano sul Vittoriano … resti a terra … Presidente …

  1. filippo de dominicis ha detto:

    ma…una domanda: l’ascensore porta da qualche parte?Ovvero: i visitatori, una volta arrivati al “capolinea”, scendono e “atterrano” su qualche”terrazza”? Oppure si arriva, ci si guarda intorno,giustamente a trecentosessanta gradi, sigillati dentro la cabina, e si scende di nuovo?!

  2. Cristiano Cossu ha detto:

    E vabbè, che razza di pretese! Non ti basta salir su??? :-))))))))))

  3. romeo giammarini ha detto:

    gentile professore….

    si conosce il nome dell’autore della pregevole opera e il criterio con cui è stato scelto?

    saluti
    RG

  4. pasquale cerullo ha detto:

    Non capisco. Qual’è la necessità? niente niente sulla terrazza c’è qualche opera d’arte nascosta? Perché se è solo per il panorama… Ma a Rutelli la torre di Babele non ha insegnato niente? Sicuramente ha fatto i suoi calcoli. “Se non piacerà, la smonteremo… dopo aver ammortizzato le spese e guadagnato ‘qualcosina’ con la vendita di esosi biglietti…”

  5. Vittorio Corvi ha detto:

    http://www.paolorocchi.com/

    L’ opera, tra l’altro, dovrebbe palesare una spiccata sensibilità di tipo femminile… a giudicare dalla composizione del “team” dello studio

  6. Vittorio Corvi ha detto:

    Nella pagina di istruzioni del blog leggo:
    “Data la natura del Blog chiunque può commentare quello che viene scritto e vederlo immediatamente pubblicato.”

    Qui sopra, invece:
    “Il tuo commento è in attesa di moderazione.”

    C’è qualcosa che non torna, professore. E’ sufficiente eliminare il termine “immediatamente” :-)

    Cari saluti, arrivederci

  7. vito leonardo del negro ha detto:

    Sarà per il fatto che per parecchi anni è stato sindaco di roma, sarà per il sentimento che lo lega al natìo suolo, ma neppure il ministro dei beni culturali sfugge alla sindrome di Nerone che colpisce gli amministratori di questa città. Il ministro parla con molta leggerezza di un opera che ha comunque un costo, e trova ragione di esistere solo se risponde ad una reale esigenza della città. Qualcuno dovrebbe ricordargli che è un nostro dipendente, e non un Nerone redivivo! dovremo annoverare anche questo come un costo della politica, assimilabile ad un qualsiasi diletto riservato ad un politico e finanziato con denaro pubblico?
    caro professore, lei giustamente invita il presidente della repubblica a compiere un gesto significativo, ma non pensa che anche la facoltà di architettura dovrebbe scomodarsi ogni tanto con una contestazione e relativo lancio – metaforico e non – di uova marce?

  8. Cristina Pizzi ha detto:

    Io non so chi sia l’autore di cotanta pregevole opera ma gli darei un premio: è riuscito a mettere un altissimo vespasiano che arriva sul tetto di un mostro che i romani, appena finito di costruire, ribattezzarono “la dentiera”.
    Con i politici me la prendo un po’ meno perchè i veri autori di queste trovate di basso livello, alla fine, sono architetti.

  9. Gabriele Camomilla ha detto:

    In una città dove non si può spostare una latrina d’epoca (qualsiasi) per far passare una metropolitana, si affiancano alle quadrighe del Vittoriano cabine d’ascensore modello hotel di Las Vegas. Come vendere caffè all’americana a piazza Sant’Eustachio.
    Bastava andare al Gianicolo per vedere lo stesso panorama.
    Potrebbe servire a coniare un neologismo: rutelliano invece che pacchiano.
    Suo nonno con le Naiadi di Piazza Esedra aveva fatto molto meglio; per questo stanno ancora lì: con i soldi spesi per l’ascensore poteva farle pulire.

  10. salvatore digennaro ha detto:

    dopo “l’ombrello e la macchina da cucire” abbiamo un’altra opera surrealista “l’ascensore e la macchina da scrivere”
    l’unico modo per valorizzare il vittoriano era metterci affianco qualcosa di più sgraziato

  11. RondoneR ha detto:

    …Se noi romani nun famo quarcosa, questi finiranno per far ‘girare’ il Colosseo.
    Le idee più sono cretine, e più le seguono fieri…

  12. RondoneR ha detto:

    …aggiungo che forse almeno abbiamo una spiegazione scientifica finalmente…

    http://www.ansa.it/site/notizie/awnplus/topnews/news/2007-05-31_13143176.html

  13. isabella guarini ha detto:

    Su sito di RondoneR ho visto una foto dell’ascensore che sovrasta il panorama di Roma sottostante. È davvero terrificante e non credo ai miei occhi che ci sia anche una posa benedicente del Presidente. Orrore!

  14. RondoneR ha detto:

    Grazie Isabella… dillo anche quando passi dalle mie parti però…;)

  15. Stefano D'Amico ha detto:

    Sono stato ieri sulla terrazza incriminata usufruendo dei “mitici” ascensori; ebbene forse in qualche dettaglio (in particolare la copertura) a mio avviso si poteva fare di meglio ma, sinceramente, non vedo quale sia lo “scempio” perpetrato. Per decenni nessuno sembrava avere a cuore le sorti del Vittoriano; ricordo ancora gli strali di Bruno Zevi che esortava ad abbatterlo o quantomeno a calpestarlo! ora tutto questo furore moralistico mi sembra “italicamente” fuori luogo (come spesso capita nel nostro Belpaese!).
    Una vista nuova e diversa della nostra città non credo che faccia male (ai turisti soprattutto!) ed in fondo nessuno ci obbliga a pagare il biglietto per salirci sopra!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.