SETTIS … IL … “GIURAMENTO DI VITRUVIO” …

Schermata 2017-01-29 alle 10.52.52.png

arte29-gennaio-2017il-sole-24-ore-domenica

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in Architettura. Contrassegna il permalink.

4 risposte a SETTIS … IL … “GIURAMENTO DI VITRUVIO” …

  1. Maurizio Gabrielli ha detto:

    Wright era terrorizzato dalla mobocrazy, letteralmente “il potere della massa indistinta”.

  2. Maurizio Gabrielli ha detto:

    Meraviglioso Settis, che pone qui più di un problema. Uno sarebbe quello relativo, ad esempio, ad un lavoro in cui un architetto, al di dentro del pubblico interesse, si interfaccia con tecnici al di fuori di quello, sovente architetti, valutandone per obbligo i progetti di strutture tanto elementari quanto diffuse e spesso male in arnese nella città, imponendo modifiche in funzione anche degli aggiornamenti normativi legati al tempo che avanza travolgente (si fa per dire). Ecco, questi cattivoni ormai in via di estinzione nella pubblica amministrazione, si sobbarcano il peso delle competenze proprie e dei privati che non hanno prestato alcun giuramento di sorta se non quello di accattare un incarico e sbarcare il lunario. Essi sono stati messi nella condizione di non poter esercitare alcunché se non la possibilità di mettere un timbro su un ante e un post operam a cui regolarmente i cattivi di cui sopra devono occuparsi pure di dare un senso per poterli chiamare progetti e renderli normativamente approvabili nonché umanamente accettabili.
    L’unica opera architettonica della nostra epoca degna di essere chiamata tale, è quella d’impegnarsi ad emendare pesantemente e pure de corsa, un meccanismo infernale economico-sociale che altrimenti ci lascerà tutti, o quasi, in braghe di tela !
    Un caro e sincero e sentito saluto a Vitruvio.

    • maurizio gabrielli ha detto:

      …infatti una trasformazione seria della Pubblica Amministrazione italiana in qualcosa di collettivamente utile, come ad esempio la registrazione delle nascite all’anagrafe, è universalmente considerata un’operazione di difficoltà pari solo alla comprensione degli enigmi quantistici o della materia oscura. Ed è proprio così allo stato dell’arte.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...