STADIO … RAGGI SCONFESSA …

Schermata 2017-01-12 alle 13.03.45.jpg

http://www.sporteconomy.it/?p=136248

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Architettura, Archiwatch Archivio. Contrassegna il permalink.

7 risposte a STADIO … RAGGI SCONFESSA …

  1. Maurizio Gabrielli ha detto:

    Je piacerebbe !

  2. ettore maria mazzola ha detto:

    Sono indignato, sto avendo sempre più conferme che l’attuale giunta, che ha ospitato il “signor” Marra ed altri personaggi che hanno avuto a che fare con giunte precedenti e/o con altre forze politiche, voglia portare avanti il sacco d Roma.
    Da tifoso romanista mi sento di dire che mi sento offeso nel profondo da questo stadio orripilante e suburbano partorito dalla “mente coltissima” di un architetto americano che non sa nulla della nostra città e che si arroga il diritto di paragonare la sua schifezza al Colosseo. Soprattutto mi sento offeso dagli ingiustificabili grattacieli di accompagnamento che la giunta sembra voler accettare.
    Roma non merita questo ennesimo sfregio!
    La Roma calcio non merita di essere in mano ad un americano che è venuto a cercare l’America a Roma per risanare i suoi buffi.
    Roma deve ribellarsi ai “sindaci nell’ombra” (Parnasi in primis) che da anni decidono dove e come violentare a proprio beneficio la capitale, grazie alle giunte disposte a svendersi per 30 denari!

    • Maurizio Gabrielli ha detto:

      Già….Parnasi; ( … )! Pallotta ( chi si somiglia si piglia, Dio li fa e poi li accoppia…ecc) ha interloquito coi suoi simili con gli strumenti ambientali che il dominio della finanza gli ha fatto trovare a disposizione dalla vecchia classe politica romana. Tutto qui : è poco, fatto male, brutto e soprattutto costosissimo per i cittadini romani.

      • Maurizio Gabrielli ha detto:

        …aggiungo solo che l’ultimo periodo del post di Mazzola è la chiave di volta di ogni riscatto della città. L’uso e l’abuso degli spazi e dell’interesse pubblico a fini privati, pervade ad ogni livello questa città; ciò che resta dell’Ente Pubblico può ancora imporre, suggerire, programmare, il rispetto e la preminenza del pubblico sul privato. Ma a causa proprio della pervasività del fenomeno che scarica sulla collettività i costi lievitati,i costi di manutenzione e i danni di operazioni su piccola e grande scala dettati da interessi solo privati, la vicenda si presenta di lunga durata e dall’esito incerto.

      • Ettore Maria Mazzola ha detto:

        Esatto Maurizio!

  3. Manuela Marchesi ha detto:

    BERDINI SINDACO!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...