I MISTERI DEGLI OSPEDALI ROMANI … SCANDALO SAN GIACOMO …

p1f1_2992031f1_18771_20121118205905_he10_20121119-u43250494446787o0f-253x250corriere-print-roma1-kz7e-u43250513604030kxc-1224x916corriere-web-roma_MASTER-593x443.jpgSchermata 2016-12-02 alle 16.52.42.png

San Giacomo: chiuso nel 2008 …

ma la Regione paga fino al 2033 …

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Architettura. Contrassegna il permalink.

12 risposte a I MISTERI DEGLI OSPEDALI ROMANI … SCANDALO SAN GIACOMO …

  1. Pingback: AFFAIRE … “CARTESIO” … PUZZA … PUZZA … DA MORI’ … | Archiwatch

  2. Sergio 43 ha detto:

    Questa mi pare venga chiamata ingegneria economica. Anche in questo Ingegneria batte Architettura 1 a 0. Noi al massimo spostiamo i costi di un capitolato e mescoliamo il cemento, gli ingegneri spostano derivati e mescolano miliardi di Euro. Ma noi fossimo uno dei dieci mestieri che non arriveranno al 2030?

  3. Roberto ha detto:

    A Sergio………………………..ingegneria economica?????
    per pagare debiti pregressi se ne fanno altri per trenta anni? Peraltro….rinunciando al bene immobiliare?
    e di costituisce una apposita società per….alienare, valorizzare….? ce ne era bisogno, oppure…?
    Senza fare nomi: i responsabili sono ancora a piede libero?
    e le cosiddette “opposizioni” in quel periodo cosa hanno fatto? hanno almeno avvisato i cittadini che….ecc.ecc. ?

    • Maurizio Gabrielli ha detto:

      A Robbe’ ma quali opposizioni ? Erano già state tutte comprate da un pezzo ! Raccomando sempre quando posso la lettura di “Il colpo di Stato di Banche e Governi” di Luciano Gallino dove sono proprio descritti con precisione questi strumenti “veicoli” e le cartolarizzazioni dilaganti a uso e consumo delle associazioni a delinquere che chiamano governo.

  4. Pingback: Archiwatch

  5. Sergio 43 ha detto:

    Intendesi per “INGEGNERIA ECONOMICA” un “FAKE”, versione italiana di “FUCK YOU”.

  6. Maurizio Gabrielli ha detto:

    Ricordo perfettamente la vicenda, che durò mesi e rammento che i “derivati strutturati” ebbero evidenza come la cartolarizzazione. A tal proposito gli ultimi due libri di L. Gallino sono illuminanti.

  7. Sergio 43 ha detto:

    I “derivati” possono essere quelle cose incomprensibili ai più ma i più possono vedere “in corpore vili” l’effetto che fanno sull’entità del debito dei nostri enti comunali e “ipso facto” debiti di tutti. Per tornare al paese, debbo uscire al casello “Fermo-PortoSan Giorgio”. Fermo, divenuta provincia, aveva prospettato l’idea di unirsi al comune vicino per acquisire un peso specifico maggiore. Si fece….l’accordo, direte voi! Invece si fece un Referendum è il popolo disse NO! I due comuni sono rimasti divisi. Vorrei vedere! Due giunte, due sindaci, due tutto! Anche due dialetti, due modi di vivere. Più ambiziosi i fermani, più attivi i sangiorgesi. Quando, anni fa, uscì fuori la questione dei derivati, si scoprì anche il buco che aveva causato alle casse comunali di Fermo mentre PortoSanGiorgio, città di parsimoniosi marinai, ne uscì indenne. Tornando al “Casello”, se ne esce attraverso due ampie rotatorie. Mentre la rotatoria dei sangiorgesi si è adornata di piante esotiche, giuochi d’acqua e prati verdi che annunciano la città balneare come fosse Miami. la rotatoria dei fermani, più ampia e divisa dall’altra soltanto dall’alveo del fiume Ete Vivo, è rimasta per anni e anni, vuota e grigia, tappezzata da erbacce per mancanza di fondi che per una città che vanta la sua lunga dominanza come città picena, romana, veneziana, papalina, napoleonica, è un vero e proprio schiaffo in faccia! Adesso i fermani sanno che cosa deriva da faciloneria e stupidità.

    • maurizio gabrielli ha detto:

      “…l’effetto che fanno sull’entità del debito dei nostri enti comunali e “ipso facto” sui debiti di tutti…”. Esattamente ma nolo sugli enti locali; gravissimo si è perpetrato lo scaricamento dei debiti privati sulle collettività nazionali o degli impegni della sottoscrizione di prodotti derivati e a tal proposito vedere, bene, ma bene, la vicenda comunemente conosciuta come quella legata al nome di Maria Cannata. Una follia totalmente inaccettabile che pervade e condiziona anche la forma e l’assetto delle nostre città.

  8. Manuela Marchesi ha detto:

    che schifo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...