IO VOTO NO …

Schermata 2016-11-19 alle 23.03.39.png

Maurizio Gabrielli su:

Wittgenstein, Tractatus, 6.41

“Bene io voto no. Heidegger l’ho un po frequentato grazie a Vattimo, ma la filosofia e la logica non le ho potute approfondire altrimenti mi sarei concentrato su Spinoza e come sai non ho mai creduto che il mondo si potesse cambiare, semmai migliorare. Però salire su un mezzo pubblico ed essere tramortito da un odore di pecora afghana morta, ti insegna più di mille trattati di geo-politica e sociologia. Ti chiedi : ma cosa sta succedendo ? Più o meno quello che dirò quando vedrò il mare a Spinaceto diventando quello che oggi è il lido di Ostia. Certo aver studiato Marx mi consente di leggere il mondo nell’unico modo, anche se incompleto, in cui realmente si manifesta. Il resto sono chiacchiere con la pancia piena e la coscienza sporca. E siccome la coscienza e l’unico capitale che ho, cerco di tenerla pulita e in forma. Mi consola in questi anni pregni di ragionevoli orrendi presagi, la parola di Papa Francesco, uno dei pochi che c’ha capito qualcosa. E la cosa un poco mi rassicura perché vedi, non sono cattolico ma credo che la Chiesa abbia la capacità, se vuole, di contribuire in modo decisivo allo sforzo di migliorarlo il mondo, al pari della scienza e della politica che, neanche a dirlo, per me è lotta di classe.”

Lotta de che? …

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Architettura. Contrassegna il permalink.

11 risposte a IO VOTO NO …

  1. Maurizio Gabrielli ha detto:

    Lotta di classe. Vedo che siamo rimasti indietro con i compiti. La lotta di classe è quella che avviene ogni minuto in ogni angolo del mondo in cui qualche stronzo sfrutta una persona. Per esempio, tu mangi i pomodori pelati San Marzano ? Bene li c’è lotta di classe anche se è inodore e insapore, ma il sudore e l’infamita’ che hanno concimato il pomodoro sono lì. Chiedere a don Ciotti. Ora non bisogna necessariamente ricorrere alla teoria del valore del nostro amico con la barba, per capire e inorridire di fronte al rapporto fra lavoro e salario che sta dietro a quel pomodoro che noi gustiamo sbattendocene altamente il cazzo se qualcuno ci muore di fatica come neanche ai tempi de Nerone. E dal pomodoro possiamo senza soluzione di continuità finire alla città e alla rendita fondiaria e di qui a quella finanziaria e poi alle nostre fottute vite che, quelle si c’interessano, diventano ogni giorno che passa peggiori.

  2. Roberto ha detto:

    D’accordo con Maurizio.
    Anche io voto No.

  3. Sergio 43 ha detto:

    Hai mille ragioni, Maurizio. La lotta di classe è implicita nella Natura intera. Il nostro mondo è migliorabile perché esiste la lotta di classe altrimenti sarebbe un mondo OGM. Tutte le cosmogonie, che l’uomo si è dato la pena di estrarre dai suoi neuroni cerebrali, cominciano sempre con una lotta di classe tra elementi divini, elementi naturali, ecc. La mia fede, che trova la sua fonte nel Vecchio e Nuovo Testamento, mi dice che, nella mia personale cosmogonia, il mondo non inizia con la luce separata dalle tenebre, né con la creazione di Adamo ed Eva ma con l’assassinio, la prima lotta di classe, di Abele da parte di Caino. Anche io, come te, come ogni architetto che si rispetti, desidero migliorare il mondo perché diventi, candidamente, “il migliore dei mondi posssibili” nell’epoca in cui c’è dato vivere, ma non cambiarlo perché è “velleitario e impossibile”.

    • Maurizio Gabrielli ha detto:

      …e soprattutto per me, caro Sergio, conta il fatto che nell’ultimo istante di vita, quando capisci chi sei stato, non voglio pensare di essere stato il solito ignavo stronzo, non dopo aver saputo quello che so. E averne le prove. Non ci possiamo solo lamentare e ormai neanche più solo criticare, bisogna purtroppo combattere per una città e un mondo in qui viviamo ogni giorno peggio, tutti. Escluso Rockfeller .

    • Maurizio Gabrielli ha detto:

      Una cosa la voglio aggiungere. Si deve proprio a Karl Marx la scoperta, fra le tante, che il Capitalismo per sua natura si concentra sempre di più in poche mani. È dimostrato anche in forma matematica. Ma più che il Vecchio e il Nuovo Testamento, bisogna leggersi il Capitale II libro. Questo processo si è concentrato, con la Globalizzazione, negli ultimi 30/35 anni e, credimi, sarà una sorta di cataclisma. Keynes aveva spiegato da par suo che lo scontro sociale è il motore dello sviluppo, ma di quel grande uomo, a partire dalla seconda metà degli anni ’70, si cercato di smontare le più importanti costruzioni. E non sono stato io.

  4. Maurizio Gabrielli ha detto:

    Dimenticavo : voto NO perché non mi fido di chi nelle Istituzioni statuali, non sa scrivere in un buon italiano.

  5. Roberto ha detto:

    Caro Maurizio, magari fosse solo per questo.
    voto No perché ,come sostiene Giorgio, I VOTE WATH I LIVE.

    • maurizio gabrielli ha detto:

      Certo, sono d’accordo ma non intendo sparare tutti i colpi insieme. Però sull’Art. 70 non si riesce a capire una mazza e quando qualcuno la butta in caciara e me chiede pure la firma, ha sbajato indirizzo co me ! CHIARO ?

  6. Roberto ha detto:

    A Maurì,
    te vojo bbene. Ma nun hai capito? sei troppo bono!
    nun te vojono fa capì gnente e la buttano apposta ‘n caciara…………………
    e si no perché voto NO? e quale firma….CHIARO? sto cò tè………………………………..

    • Maurizio Gabrielli ha detto:

      Certo, manco a dillo ! La Costituzione nun è robba pe’ ‘sti corifei che nun l’hanno manco letta, figurate a ri-scriveLa.
      Saluti compa’.

    • Maurizio Gabrielli ha detto:

      Un’altra ragione per cui voto NO, è che questa rappresentazione del governo di una Democrazia fondata sul Lavoro non mi pace, soprattutto quando legifera, a tutti i livelli. Si tratta di uomini e stili vecchi e sorpassati che disperatamente vogliono essere accettati, in alcuni casi dimostrando una poco commendevole pretesa,vogliono essere stimati.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...