ER VELODROMO VECCHIO …

Schermata 2016-11-18 alle 20.24.21.jpg

Sergio 43 su: PERUGINI … EX API … APPIA NUOVA …

Da Matteo Floridi … 1914-1995 … GIUSEPPE PERUGINI … UNO SCULTORE ARGENTINO … ALLA CORTE DI BRUNO ZEVI … DALLA …

“Ho ammirato, senza neanche chiedermi perché, questa ala di aereo dal primo giorno che, appena sposato, andai ad abitare poco più giù in via Appia Nuova. Adesso abito un po’ lontano ma vi torno spesso perché mi sono rimasti degli amici in zona e potrò raccontare loro qualcosa di chi l’ha progettata. Un altro motivo e un caro ricordo mi tiene legato a questo luogo in particolare. Proprio dietro questa stazione di servizio è rimasta in piedi solamente la Porta Maratona del Motovelodromo Appio che, abbandonato, venne sostituito dal Velodromo Olimpico. Se del secondo, bellissimo, “non è rimasto cicca” come dice L’Anonimo Romano nella “Vita di Cola di Rienzo”, del primo rimane traccia, oltre che nella Porta suddetta, nella Via del Velodromo, in un edificio d’abitazioni che, costruito sul luogo della Tribuna “Cessati Spiriti”, ne ripete la sagoma curva e nella piazza antistante che ne occupa il campo da gioco. Il Velodromo Appio presentava il tutto esaurito quando vi si svolgevano le gare di ciclismo su pista con la partecipazione di grandi campioni dell’epoca. Una domenica era annunciata la presenza di Fausto Coppi e mio padre, tifosissimo come me, comprò il biglietto. Io entravo gratis. Durante un momento di riposo della gara, davanti a me aggrappato alla rete, si formò all’interno della pista un gruppetto di uomini in conversazione. Il più alto era il mio eroe. Io, in piena esaltazione mistica, cominciai a gridare come un ossesso il nome di Coppi. Ero senza paura perché quella rete mi proteggeva da ogni senso di vergogna. Il Campionissimo si voltò, si avvicinò attraversando la pista e, accarezzandomi, mi scompigliò i capelli. Rimasi come una statua di sale, poi mi girai e corsi a rifugiarmi tra le braccia di mio padre che sorrideva insieme a Coppi del fanatico che ero. Tanti angoli di Roma mi riportano, come capita a tutti, delicati ricordi. Questa Stazione di Servizio adesso sarà legata alla gentilezza di uno sportivo famoso e di un professore generoso.”

Schermata 2016-11-18 alle 20.25.01.jpg

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Architettura. Contrassegna il permalink.

3 risposte a ER VELODROMO VECCHIO …

  1. Maurizio Gabrielli ha detto:

    Si anche mio padre era un tifoso di Coppi, mito ed eroe di un proletariato insieme a Bartali, che sapeva cosa era.
    Ma quella che nell’ambiente è nota a Roma come la cattedrale dei distributori è di AMEDEO LUCCICHENTI, non di Perugini.
    Conoscevo personalmente il figlio del proprietario e la prossima settimana ci farò un salto, così vi spedirò la documentazione fra cui la storia del velodromo, di cui tu parli, alle spalle dell’impianto.

  2. Maurizio Gabrielli ha detto:

    Ora che ci penso, il Prof. Muratore dovrebbe avere una bozza di quel progetto sugli impianti di carburante storici a Roma, con un elenco ancora incompleto di molti di essi, fra cui c’erano quasi tutti i Bacciocchi, Morandi, Dardi ecc..

  3. Pingback: Archiwatch

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...