“IL RESTO DI NIENTE” …

Schermata 2016-11-11 alle 10.14.45.jpg

eldorado su: TRUMP … TRUMP … TRUMP … ‘O CAFONE …

eldorado su: ARCHITETTI … TRA VILLE … E … eldorado su: … Leopolda è ‘na zoccola!? … “caro Roberto, mi piace molto …

“… e me dimenticavo: nun so pè gnente d’accordo co te quanno dichi “tirammo a campà!”.

Risposta: ma no, non lo so, dipende … è che dovevo chiudere rapidamente e mi serviva qualcosa che suonasse bene col “chi lo sa?, si vedrà” … e perciò il “tirammo a campà” m’è parso giusto, …; ma -se vuoi- va bene anche tirammo a votà, a volà, a sognà, … continuammo a lottà, a loffà, a progettà, a bloggà, a scrivere …. vedi tu.

Ma poi –forse- c’è anche altro nel fondo del mio animo napulitano …, è che io ho letto e amato il libro di Enzo Striano: “Il resto di niente”, e tu no … o lo hai dimenticato, non so. L’avevo tanto amato quel libro che la mia prima figlia si chiama proprio Eleonora, ed è un tipo piuttosto tosto come la Pimentel Fonseca del ‘700, (ma spero che non faccia la stessa fine) ….

Insomma, che ti devo dire sul ciclone Trump? Può darsi che l’uragano, entrato nella Casa Bianca, marcato e stretto tra Pentagono e Cia e compagnia bella, si dia una calmata, un’ammollata … in modo da poter essere via via derubricato da ciclone a bufera Trump, … a tempesta, ad acquazzone, a venticiello Trump …

… ragion per cui -forse, oibò, non so- quelli che lo hanno votato speranzosi in un loro rapido cambiamento, per un riempimento tutto e subito della loro pancia & portafogli, diranno in coro: “tutto ‘stu Tramp … per il resto di niente!”

buona giornata,”

eldorado

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Architettura. Contrassegna il permalink.

3 risposte a “IL RESTO DI NIENTE” …

  1. Roberto ha detto:

    A coso, come fai de nome….a si…..Eldorado,…….te aringrazzio che me tratti da pari a pari e così l’artri penzeno che c’ho ‘n istruzzione……..però cerca de venimme ‘ncontro. e aiuteme! alleamose !
    mo, sto Muratore, bravo fijo pe carità, bono, ‘struito, onesto, come te pare: ma ce chiede a noi……come poteveno votà l’americani si vivono in quelle case? c’ha raggione, hanno votato “come abiteno”. ok.ma perché nun se chiede come voteranno l’itajani er 4 dicembre visto che abiteno ‘n certe periferie che fanno schifo? nun c’ha er coraggio? io ‘o so pe chi voto…
    poi: tu me parli del Pimentel: penzo subbito a ‘na tisana….oppure prostamol…come consija ‘a televisione.
    poi dichi Fonseca: che devo penza, ‘a mezzala suddamericana der Napoli.
    poi dichi, no è ‘na femmina……..n’attrice? boh.
    poi me dichi d’n libbro…………poi er libbro de Sriano…….ma quelli li legge mì cognato ch’è geometra, struito, mejo sicuro de tanti architetti de oggi…..
    quindi, tu che sei struito ,aiuteme a capì………………………t’envito a cena a magna a’ matriciana e me racconti…………che dichi?

    • eldorado ha detto:

      a Robè! e che te devo dì, che te voglio aiutà a capì, …
      tu sì maestro de scrittura, hai propeto raggione Robè, m’è dato ‘na lezione ‘e panza: le masse Trumpaiole post industriali americane, post-ideoillogiche, postdemocratiche, ex operaie, post tutto e tutti (Trump compreso), non capirebbero ‘stu strano Striano antico ca io scrivo, ma chi è?

      Nun capirebbero che voglio ddì: confonderebbero la democratica Pimentel Fonseca della Napoli del ’99, (per la verità nu poco meglio della Hillar 2016, non c’è patagone), con il Fonseca giocatore che tu dici e con la camomilla che tu scrivi, io non so … io so’ corto e vedo poco la televisione!

      Hai raggione nel profondo Robé: è sempre ‘na quistione de testa e de panza, di linguaggi alto basso, nord sud, città campagna, bello brutto, dolce amaro, gusto e disgusto, poco e troppo e trippa …; è sempe ‘na quistione de panza chiena nazionale e panza vacante globale, … di miseria e nobiltà; è sempre n’a quistione di comunicazione, … di spettacolo metropolitano e de trovà ‘a scrittura giusta, a tempo e a luogo, nel 1799 come oggi, …

      e quei raffinati democratici “di testa” napulitani nun se fecero capì dal ventre di Napoli vacante, … e perdettero ‘e bbrutto ‘a rivoluzione lloro (e nostra): arrivarono accussì ‘e trumpisti dell’epoca, i sanfedisti del cardinale, … e scurrette ‘o sanghe, a beverone … e tanto de lu sanghe ca scurette che se dice (e io ce credo) ca la lengua nostra de la Napule tosta del ’99 s’ammullaje nel’ottuciento bello, … e nascetta la Napule doce doce ca tu saje, ca te piace, quella de la sfugliatella, de la tazzulella, de la piccerella, … ‘a Napule bambenella, turistica e artigianella … e cumpagnia bella …

      E’ sempre comme diceva ‘o pruverbio antico napulitano: “homme de panza, homme ‘e sustanza”, è sempre ‘o tiempo ‘e Trump. Ragion per cui hai ragione tu Robè, rimane sempe ruspante accussì, nun te movere, nun cagnà, sì top & tropp bbello quanno scrivi accussì, …

      grazie ancora pe la cunfidenza, magnate l’amatricana cu lu geometra che vuò tu, buon appetito … e po’, e po’ … attaccati ‘o Tramp che passarrà pure pe ccà … è sicuro … e che farrà tu-tu, …che io nun te risponno cchiù!!

  2. Pingback: “Homme de panza, homme ‘e sustanza” … | Archiwatch

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...