PRAGMATISMO …

patchwork su:  DANILO ADDIO …

DANILO GUERRI | Accademici | Accademia di San Luca Ancona, si è spento Danilo Guerri … Corriere Adriatico Più ridolfiano …

patchwork su DANILO ADDIO …

DANILO GUERRI | Accademici | Accademia di San Luca Ancona, si è spento Danilo Guerri … Corriere Adriatico Più ridolfiano …

“Forse a Guerri sarebbe piaciuto, avevo gia´ “copiato” per inviare a AW, e sfrucugliare il pragmatico Muratore…
Il Pragmatismo…
… e´ l´affermazione di un mondo in svolgimento, come arcipelago. Non si tratta nemmeno di un puzzle, i cui pezzi adattandosi ricostruirebbero un tutto, piuttosto di un muro di pietre libere, non cementate, in cui ogni elemento vale per se stesso, ma anche in rapporto agli altri: gruppi isolati e relazioni fluttuanti, isole e inter-isole, punti mobili e linee sinuose, perche´ la vita ha sempre dei bordi frastagliati. Non un cranio, ma un cordone di vertebre, un midollo spinale; non un abito uniforme, ma un mantello d´arlecchino, magari bianco su bianco, un patchwork a prosecuzione infinita, a raccordo multiplo, come la giacca di Redburn, di White Jacket o del grande Cosmopolita: invenzione americana per eccellenza, perche´ gli americani hanno inventato il patchwork nello stesso senso in cui si dice che gli svizzeri hanno inventato l´orologio a cucu. Ma per questo occorre anche che il soggetto conoscente, l´ unico proprietario, ceda il posto ad una comunita´ di esploratori, i fratelli dell´arcipelago appunto, e che questi sostituiscano la conoscenza con la fede o piuttosto con la : non fede in un altro mondo, ma fiducia in questo mondo, e tanto nell´uomo che in Dio: .
Il pragmatismo e´ questo doppio principio di arcipelago e di speranza. Che cosa deve essere la comunita´ degli uomini perche´ la verita´ sia possibile? Truth e trust. Il pragmatismo, come gia´ Melville, non cessera´ di lottare su due fronti: contro le particolarita´ che contrappongono gli uomini e alimentano un´ irrimediabile diffidenza; ma anche contro l´ Universale o il Tutto, la fusione delle anime in nome del grande amore o della carita´. Che cosa resta allora alle anime, quando esse non si aggrappano piu´ a delle particolarita´, che cosa le trattiene allora dal fondersi in un tutto? Resta loro esattamente la loro originalita´, ossia un suono che ciascuno rende, come un ritornello al limite del linguaggio, ma che rende solo quando si mette in cammino (o in mare) con il corpo, quando conduce la propria vita senza cercare la sua salvezza, quando intraprende il viaggio incarnato senza fini particolari e incontra allora l´ altro viaggiatore, che riconosce dal suono.”
Gilles Deleuze, Bartleby ou la formule

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Architettura. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...