MAI DIRE M.A.I. A NAPOLI … 1 …

manifesto MAI ...

Mai dire M.A.I. a Napoli /1

“Cari muratorini,

allegoVi con affetto, per il vostro archivio, questo rarissimo manifesto del Regio Istituto Artistico Industriale di Napoli già Regio Museo Artistico Industriale con Scuole e Officine cioè l’MSO, il Museo Scuole Officine di Napoli.
Non c’è datazione né è il indicato luogo di stampa. Ma è facile dire che certamente è frutto della progettazione, elaborazione e stampa della officina della litografia e incisione in legno e metalli del Museo stesso.

La collocazione temporale del manifesto è da porre a dopo l’emanazione del decreto-legge luogotenenziale del 10 giugno 1917 N. 1845 col quale, come da articolo 1, il “R. Museo Artistico Industriale di Napoli è classificato Scuola industriale di 3° grado per le industrie artistiche ed assume il nome di R. Istituto Artistico Industriale di Napoli.”

Vale a dire che con questa legge del tempo di guerra, del 1917, si archivia definitivamente il “Sogno del Principe” e l’ardito sistema museale Filangieri a Napoli: è la nostra Caporetto, e non ci sarà MAI una Vittorio Veneto, anche se Diaz era napoletano.”

Il Museo propriamente detto, cioè la raccolta di modelli scelti e tipi magistrali da porre in concreto all’attenzione degli studenti dell’MSO e ai produttori, perde la centralità che gli era stata assegnata dal “Sogno” e diventa parte trascurabile, quasi sempre negletta e inaccessibile (come ai nostri tristi giorni), dell’Istituto d’Arte di Napoli, cosi ribattezzato dal 1923, con i decreti attuativi della riforma Gentile, “la più fascista delle riforme”, come la definì il Duce. Anzi, “il folle buffone”, come lo chiamava a lezione, ad Architettura, il professor Roberto Pane.

In sostanza questo struggete manifesto, per segno grafico, gusto, stile ecc. ecc …, è collocabile al 1920 c.

E non finisce qui, segue altro post: stessa spiaggia, stesso blog, stesso M.A.I. e poi mai d’epoca a Napoli…

Eldorado

Questa voce è stata pubblicata in Architettura, Archiwatch Archivio. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.