IL POTERE DI PRENDERCI PER IL CULO …

Stefano Nicita commented on Il compagno Iofan crede nel partito e non capisce le metafore …

“a proposito di architettura e potere, Iofan è nella copertina dell’ultimo libro di Sudjic, consigliato!!”

dov’è l’architettura italiana?: architettura e potere …

…………..

non sono affatto d’accordo …

quello di Sudjich …

è un libro orrendo e mal scritto …

pieno di ovvietà, di luoghi comuni e di imprecisioni …

frutto delle solite, ovvie, furbate della onnipotente cricca massonica trilaterale …

LSE … BIENNALE … BRITANNIA …

prima, hanno il potere di fare quello che cazzo gli pare alla faccia di tutti noi …

poi, ci costruiscono sopra pure la critica che ci rivendono in pillole editoriali …

della serie …

“cornuti e mazziati” …

architettura e “potere” appunto …

il loro …

About these ads
Questa voce è stata pubblicata in Architettura. Contrassegna il permalink.

6 risposte a IL POTERE DI PRENDERCI PER IL CULO …

  1. ettore maria mazzola ha detto:

    Parole sacrosante professore!!!
    Se fossimo su FB cliccherei “mi piace” sul suo commnento!!

    Peccato che tanta gente, specie tanti architetti, continuino a dargli corda … io glela darei un corda, ma insaponata a dovere, e con un nodo scorsoio!

    Ettore

  2. stefano nicita ha detto:

    un po’ forti i commenti, chissà cosa vi avrà fatto Sudjic!!??

  3. liuk ha detto:

    devo dire che qualche anno fa, all’uscita del volume di Sudjic, lessi un estratto presentato in pompa magna sulle pagine culturali de “el pais”, e mi sorpresi delle ovvietà, una vera scoperta dell’acqua calda fatta da chi, essendo perfettamente inserito nei “giusti” meccanismi, ne conosce perfettamente il funzionamento, a meno che non sia o giochi ad essere un “utile idiota”. Ma dai, chi l’avrebbe detto che dietro un architetto e un’architettura c’è un committente che pretende che tale architettura rappresenti il suo piccolo o grande potere? e, oggi come allora, mi sento anch’io un po’ preso per il culo.

  4. Stefano Serafini ha detto:

    Beh, senza acrimonia, viva la faccia. Il commento del prof. Muratore è serenamente applicabile anche al di fuori dell’ambito architettonico ai cloni filosofici, giornalistici, politologici, letterari ecc. di Sudjic (gli amici delle bombe intelligenti, e delle crisi economiche la cui colpa sarebbe in fondo degli operai greci). Chapeau, professore, mi piace il commento e mi piace il trend.

  5. stefano nicita ha detto:

    Se qualcuno ha letto il libro saprà bene che l’autore non gioca per niente a fare l’ingenuo scopritore dell’acqua calda, ma si limita a raccontare a modo suo la realtà che conosce. Un merito in più, visto che in quasi tutte le pubblicazioni sull’architettura di ieri e di oggi si tace su tutto quello che Sudjic invece racconta spesso con dovizia di particolari.

I commenti sono chiusi.